Come agiscono gli integratori sull'organismo?

Vi diciamo come agiscono gli integratori sull'organismo e cosa bisogna tenere in considerazione prima di prenderli.

Ultimo aggiornamento: 23 dicembre, 2020

Gli integratori sono dei composti a base di nutrienti o sostanze che migliorano le prestazioni sportive e alcune funzioni del corpo umano. Molti hanno dimostrato di non apportare alcun beneficio a medio e lungo termine. Tuttavia, ce ne sono altri in grado di aumentare l’efficienza fisica degli atleti.

Ad ogni modo, affinché funzionino, è necessario inserirli all’interno di una dieta equilibrata e adeguata per l’atleta. Infatti, se la dieta presenta dei deficit di nutrienti essenziali, gli integratori non saranno in grado di raggiungere il loro obiettivo. In questo articolo vi spieghiamo come agiscono gli integratori sull’organismo.

Gli integratori a base di nutrienti

In commercio esistono degli integratori la cui funzione diretta non è quella di migliorare le prestazioni dell’atleta, ma di prevenire i deficit di nutrienti che possono ridurne l’efficienza sportiva. Un esempio sono gli integratori di zinco. Questa sostanza non è in grado di aumentare le prestazioni, ma è un minerale che partecipa attivamente al metabolismo del testosterone.

Secondo una pubblicazione del Pakistan Journal of Pharmaceutical Sciences, avere bassi livelli di questo nutriente condiziona la produzione di ormoni, che a sua volta limita il guadagno di tessuto muscolare e lo sviluppo della forza.

Non è normale che lo zinco, presente nella carne rossa e nella frutta secca, sia al di sotto dei livelli stabiliti. Tuttavia, è possibile che chi segue una dieta restrittiva non riesca a soddisfare i requisiti minimi.


Gli integratori che migliorano le prestazioni

Esistono invece degli integratori che, a dosi più elevate rispetto a quelle della dieta, contribuiscono ad aumentare le prestazioni dell’atleta. Un esempio è la creatina, molto usata sia negli sport dilettantistici che professionali.

Un sovraccarico di questo nutriente è in grado di migliorare l’efficienza del metabolismo aerobico e anaerobico, nonché la forza muscolare, secondo una ricerca pubblicata sul Journal of the International Society of Sports Nutrition. È un integratore che non ha effetti collaterali a medio e lungo termine e può anche influenzare positivamente la composizione corporea dell’atleta.

Allo stesso modo, i nitrati sono sostanze che migliorano le prestazioni degli atleti, soprattutto quando vengono somministrati prima dell’allenamento o della competizione. Spesso vengono combinati con la caffeina per ritardare l’inizio della stanchezza e per migliorare le prestazioni durante gli sforzi ripetuti.

Si tratta di integratori approvati dagli esperti, i cui effetti sono stati dimostrati con placebo. Nel 2018, il Journal of International Society of Sports Nutrition ha pubblicato una di queste indagini.

Come agiscono sull’organismo?

Quando si sceglie un integratore, è necessario considerare una serie di fattori importanti. La prima è la necessità e l’idoneità di questa sostanza allo sport che si pratica.

In secondo luogo, è importante assicurarsi che il marchio offra le giuste garanzie di purezza. In molte occasioni vengono offerti prodotti la cui concentrazione effettiva è inferiore al previsto.


Infine, per gli atleti professionisti è fondamentale richiedere la certificazione che attesti che l’integratore non contiene sostanze dopanti. Altrimenti, l’atleta potrebbe ritrovarsi espulso durante i controlli pertinenti, il che sarebbe un duro colpo per la sua carriera sportiva.

Si consiglia di consultare un nutrizionista al minimo accenno di dubbio. Questi sarà in grado di dirci quale integratore prendere in base alle nostre condizioni fisiche, agli obiettivi e alle esigenze di ognuno. Potrà inoltre fornirci un integratore sicuro e dotato delle necessarie certificazioni.

Gli integratori possono giovare all’atleta

Sul mercato si possono trovare molti integratori diversi. Come spiegato in precedenza, alcuni servono a coprire le carenze nutritive. Altri, invece, sono in grado di migliorare le prestazioni dell’atleta.

Ovviamente è necessario conoscere le funzioni di un integratore prima di iniziare a consumarlo. È anche importante assicurarsi che il prodotto sia di buona qualità, che si sia dimostrato efficace in studi scientifici e che non contenga sostanze dopanti.

Infine, una volta scelta la sostanza da utilizzare in base agli obiettivi e alla situazione, in collaborazione con il nutrizionista, è necessario programmare uno schema alimentare che consenta all’atleta di sviluppare appieno il suo potenziale, sia durante l’allenamento che durante la competizione.

Potrebbe interessarti ...
Fit PeopleRead it in Fit People
I migliori sostituti delle uova per vegani e allergici

Scoprite i migliori sostituti delle uova per rimpiazzarle nelle vostre ricette. Che siate vegani o allergici, non dovete però rinunciare al gusto.



  • Zhang X., Guan T., Yang B., Chi Z., et al., A novel role for zinc transporter 8 in the facilitation of zinc accumulation and regulation of testosterone synthesis in leyding cells of human and mouse testicles. Metabolism, 2018. 88: 40-50.
  • Kreider RB., Kalman DS., Antonio J., Ziegenfuss TN., et al., International Society of Sports Nutrition position stand: safety and efficacy of creatine supplementation in exercise, sport and medicine. J Int Soc Sports Nutr, 2017.
  • Domínguez R., Maté Muñoz JL., Cuenca E., García Fernández P., et al., Effects of beetroot juice supplementation on intermittent high intensity exercise efforts. J Int Soc Sports Nutr, 2018.