Gli integratori più utili per il benessere di corpo e mente

L'uso di integratori alimentari è molto comune tra gli sportivi e la popolazione in generale. Oltre alla salute fisica, possono aiutare anche il benessere psicologico.

Ultimo aggiornamento: 21 gennaio, 2021

Le persone motivate a condurre uno stile di vita sano si preoccupano di sapere che integratori servono per migliorare il benessere. Si possono acquistare al supermercato, in erboristeria o in farmacia, quindi sono prodotti accessibili a tutti.

È possibile assumere gli integratori in varie forme: in polvere, in compresse o in pastiglie… La scelta dipende dalle necessità specifiche di ogni persona.

La cosa più importante da ricordare è che gli integratori sono un complemento della dieta, e non sostituiscono il pasto. Inoltre, nel caso del benessere mentale, gli integratori possono essere un ulteriore aiuto, ma non sono una terapia psicologica.

È preferibile assumerli sotto la supervisione di un professionista. Alcune sostanze, come il ginseng o l’iperico, possono interferire con altri medicinali. Ma se usati correttamente, gli integratori possono apportare benefici alla salute e migliorare la performance sportiva.

Nello specifico, esistono degli integratori che aiutano a migliorare il benessere. Di seguito vi spieghiamo quali sono e che effetti hanno sulla salute.

Gli integratori più utili per il benessere

Triptofano, un aiuto per riposare meglio

Riposare bene è fondamentale per la salute della persona. Il sonno non solo facilita il recupero dei muscoli dopo l’allenamento, ma potenzia anche i processi cognitivi come la memoria.

Il triptofano è un precursore della serotonina. Questo neurotrasmettitore interviene in diversi processi cerebrali: regola gli stati d’animo e l’attenzione, e modula il sonno. La serotonina è essenziale per formare la melatonina, l’ormone che controlla i ritmi circadiani.

Aumentando l’assunzione di triptofano, quindi, sarà più facile dormire un sonno profondo e di qualità. Tale molecola è presente in alimenti come il latte, la frutta secca o il salmone.

Ginkgo biloba, tra i migliori integratori per il benessere del cervello

Prendersi cura del cervello è tanto importante quanto prendersi cura del cuore. Tutti gli sforzi rivolti a mantenere il cervello in salute avranno come risultato una migliore qualità di vita e un minor rischio di deterioramento cognitivo con l’età.

Seguire uno stile di vita attivo, un’alimentazione sana e stimoli cognitivi sono passaggi fondamentali. Un’ulteriore cura può essere integrare il Ginkgo biloba, una pianta molto utilizzata nella medicina orientale.

Lo rivela un articolo pubblicato sulla rivista Cellular and Molecular Life Sciences. Secondo questo studio, il ginkgo è un vasodilatatore in grado di aumentare il flusso di sangue al cervello. Questo potrebbe agire da fattore di protezione in caso di malattie neurodegenerative. Tuttavia, le prove non sono conclusive, quindi c’è ancora molto su cui indagare.

Vitamina B1 per proteggere i neuroni

Tutte le vitamine sono essenziali per la dieta, per questo sono presenti in molti alimenti e integratori. Ma è molto importante consumarle in giusta misura, poiché sia una quantità ridotta sia un consumo eccessivo possono causare problemi di salute.

La vitamina B1, o tiamina, interviene principalmente nei processi del metabolismo, ma è anche la molecola che si occupa di proteggere la membrana che ricopre i neuroni. Assumere la vitamina B1 in modo corretto favorisce e accelera la conduzione di impulsi nervosi da parte dei neuroni.

Questa vitamina si trova in integratori specifici e in diversi alimenti, come la carne di maiale, il germe di grano e i cereali integrali.

Vitamina D, un’alleata per migliorare l’umore

Come abbiamo detto, le vitamine sono nutrienti essenziali per garantire il corretto funzionamento dell’organismo. In particolare, la vitamina D può essere di grande aiuto per il benessere mentale.

La funzione più conosciuta della vitamina D è aiutare a fissare il calcio nelle ossa. Una scarsa quantità di questa sostanza produce il rachitismo nei bambini e l’osteoporosi nelle persone anziane. Inoltre, è stato dimostrato che la carenza di questo nutriente è legata alla comparsa di disturbi emotivi come la depressione.

Un aspetto molto interessante della vitamina D è che si può assumere tramite alimenti, integratori e con l’esposizione alla luce del sole. Proprio così, prendere il sole ogni giorno per almeno 15 minuti aiuta ad aumentare i livelli di questa vitamina.

Chiedete al medico i migliori integratori per il benessere

L’uso di integratori alimentari è aumentato nel corso degli anni. Il ritmo accelerato della vita nelle grandi città rende molto attraente l’idea di stare bene nutrendosi solo con una pastiglia.

È vero che gli integratori servono a migliorare il benessere, ma è importante assumerli in modo controllato. Seguite sempre le raccomandazioni di un medico o di un nutrizionista, e ricordate che sono complementi e non sostituiscono il pasto.

Nel caso della salute mentale, gli integratori non sono efficaci per trattare i disturbi psicologici. L’unico modo per trattare il malessere psicologico è seguire una terapia e lavorare direttamente sulle emozioni. L’uso di integratori è rivolto soprattutto alla prevenzione, non alla cura.

Potrebbe interessarti ...
Fit PeopleRead it in Fit People
Vitamina C: i suoi straordinari benefici per la pelle

La vitamina C è un nutriente essenziale nella nostra alimentazione poichè aiuta il corpo ad assorbire il ferro ed il calcio. È una vitamina idrosolubile.



  • Ahlemeyer, B., y Krieglstein, J. (2003). Neuroprotective effects of Ginkgo biloba extract. Cellular and Molecular Life Sciences CMLS, 60(9), 1779-1792.
  • Falcón, L. D. L. C. F., González, G. G., Banderas, I. M. C., Betancourt, Y. F., y Savón, A. F. (2013). Algunas consideraciones acerca de la tiamina o vitamina B1. Revista Información Científica, 81(5).
  • Parker, G. B., Brotchie, H., y Graham, R. K. (2017). Vitamin D and depression. Journal of affective disorders, 208, 56-61.