Effetti del cibo da fast food dopo l'allenamento

Quanto è dannoso mangiare un hamburger quando torniamo a casa dall'allenamento? Vi spieghiamo quali sono gli effetti del cibo da fast food sull'organismo.
Effetti del cibo da fast food dopo l'allenamento

Ultimo aggiornamento: 22 dicembre, 2020

Che il cibo da fast food faccia male non è una novità. Contiene sostanze che interferiscono con il funzionamento dei sistemi fisiologici dell’organismo, che possono portare alla comparsa di malattie metaboliche complesse a medio e lungo termine.

Ma non finisce qui, perché il consumo di questo tipo di cibo dopo lo sport può condizionare la capacità di recupero dell’atleta. Una dieta inefficiente è in grado di aumentare il rischio di infortuni, sia durante l’allenamento che nelle gare successive, oltre a ostacolare gli adattamenti muscolari responsabili dell’aumento delle prestazioni sportive.

In questo articolo, parliamo degli effetti del cibo da fast food dopo l’allenamento. Vi spiegheremo perché va evitato.

Il cibo da fast food è povero di sostanze nutritive

Il cibo da fast food è caratterizzato da un alto contenuto di energia, ma povero di sostanze nutritive. Difficilmente contiene proteine ​​di qualità e questi nutrienti sono di vitale importanza per garantire il recupero dell’atleta.

Secondo una ricerca pubblicata sull’European Journal of Applied Physiology, dopo uno sforzo aerobico o anaerobico, è essenziale garantire l’assunzione di proteine ​​per migliorare la capacità di recupero e gli adattamenti del tessuto muscolare.

Infatti, gli alimenti che compongono il cibo da fast food di solito non hanno le dosi proteiche necessarie per completare l’assunzione giornaliera e migliorare la riparazione del muscolo danneggiato.

Gli esperti raccomandano l’assunzione di almeno due grammi di questo nutriente per chilogrammo di peso muscolare nell’atleta. È difficile che una pizza raggiunga un contenuto proteico di 10 grammi per porzione.

Ragazza stanca dopo il running.
Mangiare il cibo da fast food compromette la capacità di recupero dell’atleta.

I grassi trans, un altro problema

Un altro fattore che influisce negativamente sulla qualità del cibo da fast food è l’alto contenuto di grassi trans. Questi lipidi provocano un’intensa attività infiammatoria, quindi sono totalmente controindicati dopo uno sforzo fisico intenso, in cui la priorità è evitare l’infiammazione.

Uno studio pubblicato sulla rivista Progress in Lipid Research conferma la capacità di questi acidi grassi di stimolare l’infiammazione nel corpo. Questa situazione influisce negativamente sulla capacità di recupero del tessuto muscolare e aumenta il rischio di lesioni.

Per questo motivo, è essenziale evitare di mangiare del cibo da fast food dopo un intenso esercizio fisico. Infatti, proprio in quel momento il corpo ha bisogno di nutrienti di qualità.

Dopo l’esercizio, meglio gli antiossidanti

Una volta terminato l’intenso esercizio fisico, il corpo ha bisogno di fitonutrienti e antiossidanti, in modo tale da tenere sotto controllo l’ossidazione e ridurre la produzione di radicali liberi. Il consumo di cibo da fast food dopo l’allenamento non soddisfa il fabbisogno di questi nutrienti, e questo è un altro motivo per cui il suo consumo dovrebbe essere evitato in queste situazioni.

Si consiglia invece di mangiare frutta e verdura, che contengono sostanze fitochimiche in grado di ridurre il danno cellulare e migliorare la capacità di recupero. Allo stesso tempo sono indicati anche i cibi ricchi di carboidrati, ma questi devono essere a basso indice glicemico e di alta qualità.

Infine, è necessario fornire proteine ​​dall’alto valore biologico, cioè provenienti da carne, pesce o uova. Il cibo da fast food, invece, si caratterizza per essere realizzato con farina eccessivamente raffinata, derivati ​​della carne lavorata di scarsa qualità e salse che aumentano il valore energetico senza contenere nutrienti sani per l’organismo.

Anche le bevande gassate di solito contengono molto zucchero, quindi è necessario evitarle dopo l’allenamento.

Bicchiere di coca-cola.


Evitare il cibo da fast food sempre e comunque

Insomma, è meglio evitare il cibo da fast food in ogni situazione. Questo consiglio diventa ancora più importante quando parliamo della fase dopo l’allenamento.

Come spiegato in precedenza, l’ingestione di prodotti a base di farine raffinate e con un alto contenuto di grassi trans può condizionare negativamente la capacità di recupero dell’atleta, aumentando così il rischio di lesioni.

Per garantire un buon recupero muscolare, è necessario mangiare cibi ricchi di nutrienti di qualità. Il cibo post allenamento deve contenere proteine ​​dall’alto valore biologico nelle quantità necessarie, carboidrati complessi che permettono di riempire le scorte di glicogeno e fitonutrienti. Altrimenti, la salute ne risentirà.

Infine, ricordate che dopo l’allenamento è importante evitare anche le bibite ricche di zuccheri, carboidrati di bassa qualità e additivi. È necessario stabilire delle linee guida per favorire l’idratazione, ma è inutile dire che questa deve essere basata principalmente sull’assunzione di acqua minerale.

Potrebbe interessarti ...
Benefici del limone: 5 buoni motivi per mangiarlo
Fit People
Leggi in Fit People
Benefici del limone: 5 buoni motivi per mangiarlo

Poche persone conoscono, per davvero, i tantissimi benefici del limone. In questo articolo vi mostreremo quali sono e perché mangiarlo fa bene alla...



  • Rindom E., Nielsen MH., Keeci K., Jensen ME., et al., Effect of protein quality on recovery after intense resistance training. Eur J Appl Physiol, 2016. 116: 2225-2236.
  • Valenzuela CA., Baker EJ., Miles EA., Calder PC., Eighteen carbon trans fatty acids and inflammation in the context of atherosclerosis. Prog Lipid Res, 2019.