I vantaggi di una dieta povera di carbonio

20 maggio, 2020
Una dieta povera di carbonio offre numerosi vantaggi per la salute e l'ambiente. Scoprite perché.

Una dieta povera di carbonio si basa su prodotti freschi e poco elaborati. Dà la priorità ai cibi biologici e si impegna a ridurre il consumo di carne.

Questa dieta si basa su due argomenti fondamentali: il primo è quello di ridurre l’impatto degli esseri umani sul pianeta e il secondo è quello di migliorare la propria salute. In questo articolo vi sveleremo i vantaggi di una dieta povera di carbonio.

Dieta povera di carbonio: buona per il pianeta

L’adozione di sane abitudini alimentari potrebbe ridurre drasticamente le emissioni di anidride carbonica. La maggior parte di queste emissioni proviene dai grandi allevamenti.

In questo modo, ridurre il consumo di carne potrebbe influire positivamente sulla salute del pianeta. Si stima che i cambiamenti generali nella dieta potrebbero avere un impatto sull’atmosfera simile a quello della rinuncia a viaggiare con l’aereo.

Frutta e verdura in dei cestini


Dieta povera di carbonio: sana per l’essere umano

D’altra parte, è chiaro che l’abbandono dei prodotti trasformati abbia delle conseguenze positive per la salute dell’uomo. Innanzitutto, viene ridotto il consumo di sostanze tossiche come l’acrilammide. Inoltre, si riduce anche quello degli acidi grassi e degli zuccheri, che possono causare infiammazioni e malattie a medio termine.

Allo stesso tempo, una dieta povera di carbonio aumenta il consumo di frutta, verdura e legumi. Questi alimenti sono ricchi di antiossidanti e vitamine. Per questo motivo, sono eccellenti per prevenire l’ossidazione e la formazione di radicali liberi, oltre a ridurre i processi infiammatori.

Come se ciò non bastasse, gli alimenti freschi sono generalmente meno calorici di quelli trattati. Ciò implica una riduzione del peso corporeo e il rischio di obesità. Di conseguenza, il rischio di soffrire di malattie complesse a medio termine verrebbe notevolmente ridotto.

Uno dei fattori scatenanti del diabete è il consumo di alimenti trasformati e zuccherati. Il diabete di solito porta con sé altre complicazioni associate, specialmente a livello coronarico. L’adozione di una dieta povera di carbonio riduce al minimo questa patologia molto diffusa nella società di oggi.

Consumare gli alimenti prodotti localmente

Una dieta povera di carbonio di solito prevede anche il consumo di cibi a km 0, cioè prodotti nella zona. Oggi, con la globalizzazione, il cibo talvolta percorre migliaia di chilometri dal luogo di produzione al luogo di consumo.

Questo trasporto aumenta anche il numero di emissioni di gas dannosi per il pianeta. Pertanto, si consiglia di consumare gli alimenti prodotti localmente.

Questo fatto ha un altro vantaggio: vengono consumati prodotti freschi di stagione e privi di conservanti. È un dato di fatto che la riduzione del consumo di additivi e pesticidi rappresenta un altro grande punto a favore quando si parla di salute.

Nonostante la maggior parte di questi prodotti vengano testati e possiedano dei certificati di sicurezza, le loro implicazioni nell’organismo potrebbero non essere note con certezza. Talvolta richiedono molti anni per essere eliminati dall’organismo.

Dieta povera di carbonio

Il consumo di alimenti stagionali riduce anche la necessità di energia per la loro produzione. Un pomodoro coltivato in una serra richiede un dispendio energetico molto più elevato rispetto a un pomodoro di stagione coltivato biologicamente.

Pertanto una dieta povera di carbonio è un altro modo per ridurre il numero di emissioni e il dispendio energetico. L’agricoltura biologica consuma il 50% in meno di energia rispetto ai sistemi convenzionali.

L’ultimo dei vantaggi di una dieta povera di carbonio è quello di limitare gli eccessi. In questo modo si evita lo spreco e si riduce il rischio di obesità e sovrappeso. Inoltre, in una dieta di questo tipo viene data priorità al consumo di verdure rispetto agli alimenti di origine animale, il che contribuisce notevolmente a favorire la sazietà.

Conclusioni

La dieta povera di carbonio è doppiamente positiva, perché da un lato riduce l’impatto dell’uomo sul pianeta e dall’altro migliora la sua salute. È un buon modo per combattere il diabete e l’obesità, due delle malattie endemiche di oggi.

Dare priorità al consumo di cibo locale fresco insieme all’aumento dell’assunzione di verdure e alla diminuzione della carne animale sono ulteriori maniere per migliorare la nostra salute. Infine, vale la pena evitare gli alimenti trasformati. Questo tipo di cibo non ha solo un impatto ecologico devastante, ma è chiaramente dannoso per la salute.

1 – Pelucchi C., Bosetti C., Galeone C., La Vecchia C., Dietary acrylamide and cáncer risk: an updated meta-analysis. Int J Cancer, 2015. 136 (12): 2912-22.

2 – Della Corte KW., Perrar I., Penczynski KJ., Schwingshackl L., Herder C., Buyken AE., Effect of dietary sugar intake on biomarkers of subclinical inflammation: a systematic review and meta-analysis of intervention studies. Nutrients, 2018.