5 posizioni yoga per la zona lombare

Esistono molte posizioni yoga per prendersi cura della parte bassa della schiena, rilassarla ed evitare i dolori tipici della vita frenetica di tutti i giorni. Se volete conoscere queste posizioni da praticare in qualsiasi momento della giornata, siete nel posto giusto.
5 posizioni yoga per la zona lombare

Ultimo aggiornamento: 31 maggio, 2021

La schiena in generale e le vertebre lombari in particolare tendono a soffrire molto a causa delle abitudini quotidiane. Stare seduti per molte ore ha delle conseguenze e, alla fine della giornata, sentiamo che il nostro corpo ci “ricorda” di non aver fatto stretching o di non pensarci. La buona notizia è che ci sono diverse posizioni yoga per prendersi cura della zona lombare.

Queste posizioni possono essere realizzate a casa in qualunque momento della giornata, ad esempio all’ora di pranzo. Continuate a leggere per scoprire quali sono le migliori posizioni yoga per la zona lombare.

Quali sono le posizioni yoga per prendersi cura della zona lombare?

Lo yoga si basa su una serie di esercizi – posizioni o asana – che possiamo svolgere in qualsiasi momento della giornata. Molte persone scelgono, ad esempio, di farle la mattina quando si alzano o la sera, prima di andare a letto. Possono essere eseguite anche in entrambi i momenti della giornata.

Forse pensiamo che una posizione yoga sia qualcosa di molto complicato o solo per chi ha fatto già un po’ di pratica. Tuttavia, la realtà è che possiamo iniziare con le basi e, con il passare del tempo, renderle un po’ più complicate. Tra le migliori posizioni yoga per prendersi cura della zona lombare ci sono:

1. Posizione del gatto

La posa del gatto è tra le più consigliate per trattare il dolore al collo con lo yoga. Iniziamo quindi con una delle posizioni yoga più famose, marjaryasana in lingua sanscrita. Ci aiuterà a rilassare l’intera colonna vertebrale, così come il collo e la gabbia toracica.

Posizione del gatto yoga.

Per eseguirla, come per le posizioni che menzioneremo più avanti, avremo bisogno di un tappetino, un asciugamano o una coperta per stare più comodi. Innanzitutto, mettiamo i palmi delle mani in avanti, in ginocchio e distendiamo il collo del piede. La parte posteriore rimane dritta e parallela al pavimento, mentre guardiamo in avanti.

Mentre inspiriamo dal naso, abbassiamo la testa tra le braccia per guardare il nostro ombelico. La parte posteriore forma una curva verso l’alto. Mentre espiriamo, alziamo la testa e proviamo a guardare il soffitto, mentre la nostra schiena si curva verso il basso.

2. Posizione dell’ago

L’ago è una delle migliori posizioni yoga per la lombalgia. Il suo nome originale è pavanamuktasana e viene usata per alleviare la tensione nella parte bassa della schiena e nei fianchi. Questa posizione ci assicura mobilità, flessibilità e relax.

In questo caso, partiamo dalla schiena, con le gambe distese e le braccia ai lati del corpo. Una volta in posizione, pieghiamo le ginocchia e le avviciniamo il più possibile al petto.

Yoga posizione dell'ago.

Quindi, incrociamo la gamba destra sulla sinistra per sostenere la caviglia destra sul ginocchio sinistro. Inoltre, passiamo le mani tra la gamba destra per tenerla bene, facendo un po’ di pressione per alcuni secondi. È importante che la parte bassa della schiena sia sollevata da terra e che la gamba libera sia parallela al pavimento.

3. Il ponte

Assumiamo la stessa posizione iniziale della precedente, quindi a faccia in su. Ecco un’altra delle migliori asana yoga per prenderci cura della parte bassa della schiena. In questo caso, si chiama setu bandhasana. Con le braccia ai lati del corpo, pieghiamo le ginocchia per sostenere le piante dei piedi sul pavimento, il più vicino possibile ai glutei.

Posizione del ponte yoga.

Quindi, alziamo il bacino molto in alto, puntando verso il cielo e formando una linea retta tra il petto e le ginocchia. Non solleviamo le scapole o la testa dal pavimento. Possiamo posizionare una palla all’altezza della vita per sostenere la posizione più a lungo.

4. Posizione del bambino

Balasana – vedi foto di apertura all’articolo – è una delle migliori opzioni nello yoga per prendersi cura della zona lombare perché rilassa tutta la schiena. Per iniziare, ci sediamo sul materassino appoggiando le cosce sui talloni.

Successivamente, facciamo un respiro profondo con le braccia verso il soffitto e abbassiamo lentamente il busto fino a quando le nostre mani toccano il pavimento, se possibile anche il naso. Cerchiamo di mantenere la posizione il più a lungo possibile.

5. Il cobra

Infine, ecco una posizione che rilassa l’intera colonna vertebrale e ci aiuta ad allungare. Sistemiamoci sul materassino e a faccia in giù, con le gambe ben tese. Poi stendiamo le braccia lungo il corpo, con i gomiti ben appoggiati e posizioniamo i palmi delle mani il più vicino possibile al pavimento.

Da questa posizione, alziamo il petto e guardiamo in alto. L’idea è che la schiena faccia una leggera curva e che sia completamente allungata. Il basso ventre dovrebbe sollevarsi da terra.

Lo yoga per prendersi cura della zona lombare

Ci sono molte più posizioni yoga che possiamo fare per prenderci cura della zona lombare. Ne sono un esempio quella del cane, quella dell’aratro o quello della tenaglia. Tuttavia, queste generalmente non sono raccomandate per i principianti.

In ogni caso, l’importante è che iniziate a praticare questa disciplina se non lo avete ancora fatto. Col tempo, man mano che la lombalgia diminuisce, potrete aumentare il grado di difficoltà degli esercizi.

Potrebbe interessarti ...
3 posizioni yoga per combattere il dolore cervicale
Fit People
Leggi in Fit People
3 posizioni yoga per combattere il dolore cervicale

con queste 3 posizioni yoga per combattere il dolore cervicale, riuscirete a dare sollievo non solo al collo ma anche alla schiena.