Tipi di anemia: scopriamoli insieme

12 gennaio, 2020
Pensate di soffrire di anemia? Allora recatevi dal medico. Tenete presente che ci sono molti tipi di anemia, tutti causati da fattori diversi.

L’anemia è uno stato patologico caratterizzato dalla riduzione della capacità dell’emoglobina nei globuli rossi di fornire l’ossigeno necessario ai tessuti. Ma cos’è un globulo rosso? E cos’è l’emoglobina? Quanti tipi di anemia esistono? Rispondiamo a queste domande nel seguente articolo sui tipi di anemia.

I globuli rossi

I globuli rossi sono dei globuli senza nucleo, a forma di disco biconcavo. Sono sintetizzati nel midollo osseo dalle cellule staminali – dette cellule eritropoietiche – che si differenziano fino a formare dei globuli rossi maturi.

Affinché nascano, è necessario che le cellule staminali si dividano e che possano duplicare il loro DNA. Questo processo, per essere portato a termine, ha bisogno di vitamina B9 o acido folico e di vitamina B12.

I globuli rossi contengono una proteina chiamata emoglobina, che è responsabile del trasporto di ossigeno e della rimozione dell’anidride carbonica dal corpo, un prodotto di scarto. L’emoglobina è responsabile del colore rosso del sangue, per il suo alto contenuto di ferro.

Due cose sono importanti per i globuli rossi: avere una buona emoglobina e avere molto ferro di cui alimentarsi; in questo modo è possibile formare tutta l’emoglobina necessaria.

Tipi di anemia

Una donna incinta è considerata affetta da anemia se la sua concentrazione plasmatica di emoglobina è inferiore a 12 g / dl o 11 g / dl. Per gli uomini, il limite è a una concentrazione di emoglobina di 13 g / dl.

Secondo il volume corpuscolare medio – VCM

Quando il VCM è inferiore a 80 fl si parla di anemie microcitiche, che possono avere solo tre cause:

  • Diminuzione del ferro disponibile nell’organismo che provoca anemia sideropenica. Di solito è dovuto ad emorragia croniche, gravidanza o deficit di assorbimento. Questa malattia è molto comune e facile da trattare. I sintomi principali sono vertigini, stanchezza, palpitazioni o perdita di capelli. Le vertigini, in generale, sono un sintomo comune di diverse anemie.
Mancamento dovuto ad anemia

  • Alterazione in una delle frazioni di emoglobina – Gruppo Hem. Se questa fosse la causa, si parlerebbe di un’anemia sideroblastica.
  • Problemi con l’altra parte dell’emoglobina – globina -: questi casi sono noti come talassemie.

Tra i tipi di anemia, quelle normocitiche – intervallo VCM: 80-100 fl – sono caratterizzate da globuli rossi in buone condizioni, ma in quantità minori. Ciò è dovuto alla mancanza di produzione di globuli rossi nel midollo osseo. L’anemia aplastica è associata a questa anomalia causata da un danno al midollo osseo.

Anche un numero eccessivo di globuli rossi può essere considerato una condizione patologica. Questa è  nota come anemia macrocitica – MCV> 100 fl. In questi casi, il problema è nella divisione del nucleo o del citoplasma.

  • Quando c’è deficit di acido folico o vitamina B12, si parla di anemia megaloblastica.
  • Le anemie mielodisplastiche sono causate da lesioni nella cellula staminale progenitrice.
  • A volte si verificano questi tipi di anemie associate ad altre situazioni patologiche. Questo è il caso delle anemie secondarie a patologie epatiche o ipotiroidismo o al consumo di sostanze tossiche come l’alcol, che causano l’anemia secondaria a sostanze tossiche.

Anemia perniciosa, uno dei tipi di anemia con cause intrinseche

Si verifica quando l’intestino non è in grado di assorbire correttamente la vitamina B12, che porta a un tipo di anemia megaloblastica. Tradizionalmente, la causa di questa anemia è funzionale, ma a volte è anche dovuta a cause dietetiche.

La vitamina B12 si trova principalmente negli alimenti di origine animale.

Vitamina B12

Si parla di anemia funzionale se la causa è un deficit del fattore intrinseco o problemi nella sua secrezione. Il fattore intrinseco è una proteina speciale che aiuta la vitamina B12 ad essere assorbita nell’intestino. Il suo deficit può essere secondario ad un’altra patologia digestiva, come la gastrite atrofica o una condizione autoimmune.

Le cause nutrizionali sono associate alla carenza di vitamina B12 nella dieta, indipendentemente dalla funzionalità della secrezione gastrica. Un’anemia megaloblastica può essere causata da una mancanza di vitamina B12, vitamina B9 o entrambi, come già accennato nel paragrafo precedente.

Poiché entrambe le vitamine hanno le stesse funzioni, l’anemia e i suoi meccanismi sono gli stessi, indipendentemente dalla causa. Ma il dubbio rimane: un’anemia può mascherare un deficit di B12?

Le diete vegane sono esenti da cibi ricchi di vitamina B12. Tuttavia, queste diete sono ricche di prodotti di origine vegetale, fonte di vitamina B9. Quando vi è un contributo di acido folico, il numero dei globuli rossi potrebbe non essere alterato e, pertanto, è possibile che l’anemia non si manifesti. Questo processo è noto come “trappola per folati”.

Per questo motivo, per escludere qualunque caso di anemia, devono essere controllati i valori analitici dell’omocisteina e dell’acido metilmalonico, soprattutto nei vegani.

In breve, possono verificarsi frequentemente diversi tipi di anemie ed è importante sapere come prevenirle e identificarle. Conoscere le sue cause è un eccellente primo passo per diventare consapevoli.

  • Salas-Salvadó, J., i Sanjaume, A. B., Casañas, R. T., i Solà, M. E. S., & Peláez, R. B. (Eds.). (2019). Nutrición y dietética clínica. Elsevier Health Sciences.