Che cos'è l'iponatremia e perché riguarda gli atleti

Quando la concentrazione di sodio nel plasma è particolarmente bassa, si parla di iponatremia. In questo articolo vi spiegheremo cos'è e da cosa è provocata.
Che cos'è l'iponatremia e perché riguarda gli atleti

Ultimo aggiornamento: 22 marzo, 2019

L’iponatremia è una condizione che suole colpire gli atleti con una certa frequenza. Il problema principale è che, in molte occasioni, è difficile fare una diagnosi del problema e riconoscere i sintomi fastidiosi che affliggono gli sportivi.

Ecco perché è essenziale conoscere a fondo le caratteristiche dell’iponatremia. Questo è il modo migliore per sapere cosa sta succedendo al vostro corpo e prendere le misure necessarie per recuperare uno stato fisico e mentale perfetto.

In questo articolo, vi spiegheremo in che cosa consiste l’iponatremia e quali ne sono le cause principali. Inoltre, analizzeremo i suoi sintomi principali, puntando il dito sui possibili sistemi di prevenzione e cura che vi aiuteranno a porre fine a questo fastidioso ostacolo per la salute umana.

Cos’è l’iponatremia?

Nonostante abbia un nome così complicato, il significato della parola “iponatremia” è molto semplice da capire. Infatti, si tratta di una condizione che si verifica quando la concentrazione di sodio nel sangue è troppo bassa. Questo minerale è essenziale per conservare una salute ottimale, poiché regola il livello di acqua contenuta nelle cellule del corpo.

L’iponatremia è tuttavia abbastanza sconosciuta. La sua diagnosi è, in molti casi, complicata, ragion per cui è necessario informarsi bene e approfondire la sua conoscenza. In questo modo, una volta confrontato il vostro stato di salute con i sintomi che spiegheremo di seguito, sarete in grado di intuire la possibile presenza di questo problema.

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi, ovviamente è di recarvi subito dal vostro medico curante, non appena notate un cattivo funzionamento del vostro organismo. Sarà infatti il dottore a eseguire una serie di test mirati a verificare le cause della patologie, offrendovi una soluzione concreta per superare l’iponatremia.

Ragazza stanca con l'iponatremia

Cause dell’iponatriemia

I fattori scatenanti dell’iponatremia sono molto diversi. Di solito, si tende a pensare che questa mancanza di sodio sia dovuta a un livello molto alto di liquidi in relazione ai minerali presenti nell’organismo. Tuttavia, questo non è completamente certo, dal momento che tale disturbo si verifica sia nelle persone che ingeriscono moltissimi liquidi che in coloro che consumano quantità insufficienti.

Uno degli aspetti da sottolineare è che l’iponatremia ha una maggiore incidenza se una persona ha sofferto di vomito o gastroenterite per diversi giorni. In questo caso però, i livelli normali di sodio si normalizzeranno dopo qualche settimana. Altri problemi di salute più gravi che causano l’iponatriemia sono la cirrosi o l’insufficienza cardiaca.

Sintomi principali

Come accennato in precedenza, la diagnosi dell’iponatremia è sempre piuttosto complicata. Questo perché i sintomi sono doversi e molto vari.

I più comuni sono: nausea con o senza vomito, mal di testa e una latente sensazione di stanchezza. Inoltre, possono apparirne anche altri, come crampi muscolari, sonnolenza o disorientamento.

È comune che questi sintomi appaiano tutti insieme. In questo caso, la diagnosi sarà più semplice. D’altra parte, se si verificano individualmente e in modo intermittente nel tempo, il medico potrebbe impiegare diverse settimane per correlarli con l’iponatremia.

Come prevenire l’iponatriemia?

Dopo aver conosciuto questo disturbo, sicuramente starete pensando su come fare per poterlo prevenire. Per aiutarvi, vi forniremo alcune linee guida per mantenere la vostra salute sempre in perfette condizioni:

  • Bevete solo l’acqua necessaria: in molte occasioni si parla di quanto sia importante bere almeno due litri di acqua al giorno. Tuttavia, quasi nessuno parla del fatto che superare queste quantità può avere effetti collaterali anche dannosi. È meglio prestare attenzione alla vostra sete e non bere acqua in quantità eccessive.
Ragazza beve acqua

  • Iniziate a consumare integratori per atleti: le bevande particolarmente consigliate per gli atleti contengono molti sali minerali, incluso il sodio. Ecco perché combinare questo tipo di bibite con l’acqua è un modo molto efficace per combattere l’iponatriemia.
  • Limitate l’assunzione di alimenti con proprietà diuretiche: gli alimenti diuretici favoriscono una maggiore perdita di sodio rispetto al funzionamento normale dell’organismo. Pertanto, è conveniente consumare questi cibi diuretici senza esagerare con le quantità.

Vale la pena concludere questo articolo con una raccomandazione finale, che è quella di aumentare l’assunzione di cibi salati prima e dopo l’allenamento. Questo è un metodo molto semplice per fornire al vostro corpo delle quantità di sodio extra. Ad esempio, preparare degli snack salati salutari come un panino con la lonza o una manciata di noci. In questo modo, dare al vostro organismo dei nutrienti che miglioreranno il suo funzionamento.

Potrebbe interessarti ...
I migliori alimenti per gli atleti e chi fa sport
Fit PeopleLeggilo in Fit People
I migliori alimenti per gli atleti e chi fa sport

I migliori alimenti per gli atleti svolgono un ruolo cruciale per poter competere, senza appesantire il processo digestivo