Fit People
 

Kinesio tape: a che serve e come si usa?

No, le fasce colorate che molti sportivi usano su tutto il corpo non sono per bellezza, ma hanno uno scopo preciso. I nastri adesivi di kinesio tape servono a trattare diversi disturbi sia in chi pratica sport che nella popolazione in generale.

Kinesio tape: a che serve e come si usa?

Ultimo aggiornamento: 01 gennaio, 2021

Negli ultimi anni, il kinesio tape è sempre più utilizzato. All’università si studiano gli usi e le funzioni di questo cerotto,  e ogni giorno si vedono persone con nastri colorati sul corpo in ogni grande evento sportivo. Ma a cosa serve?

Di seguito, vi facciamo scoprire nel dettaglio qual è la funzione di questo cerotto elastico. Per cosa si usa? Siamo arrivati a un punto in cui si usa troppo?

Concetti di base del kinesio tape

Il kinesio tape è un metodo di bendaggio basato sull’applicazione di nastri elastici sui muscoli o sulle parti dolenti. Si tratta di cerotti che si estendono fino a oltre il 100% della propria lunghezza.

In più, sono dotati di un adesivo per applicarli sulla pelle facilmente. Basta tirare i cerotti e poi modellarli sulla parte desiderata. In questo modo, esercitano una tensione costante sul tessuto cutaneo del paziente, modulabile in base a quanto si tira il kinesio tape prima di applicarlo.

Usi principali del kinesio tape

Anche se in alcuni casi l’efficacia del kinesio tape non è provata, ci sono diverse situazioni in cui lo è. Ad esempio, è dimostrata la sua capacità di migliorare il raggio di movimento nelle persone con patologie alla spalla.

Esistono anche casi in cui il kinesio tape migliora la posizione dell’omero rispetto alla scapola in pazienti con patologie in quest’area. Lo conferma un case study pubblicato sull’International Journal of Physical Therapy.

Fisioterapista applica tape sulla gamba.

Il kinesio tape è usato anche come promemoria sensoriale. Significa che, se il paziente ha un problema alla gamba, avvertirà la presenza del kinesio tape quando la muove. Questo stimolo farà ricordare al paziente di fare attenzione a quella parte del corpo e di non sovraccaricarla.

Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato che questo metodo non è efficace quando è necessario migliorare certi aspetti in pazienti sani. Uno studio pubblicato dal Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy afferma che non aiuta ad accelerare la contrazione muscolare quando si verifica uno stimolo improvviso.

Di fatto, il primo studio citato sostiene che non aiuta nemmeno ad alleviare il dolore, al di là dei benefici per la mobilità. In questo campo, perciò, è poco efficace.

Non è una terapia miracolosa

In base a quanto detto, è chiaro che il kinesio tape non dovrebbe essere usato senza una giustificazione adeguata. Spesso si applica questo taping neuromuscolare per alleviare qualsiasi tipo di dolore muscolare. Come abbiamo visto, però, è più indicato per alcune applicazioni che per altre.

L’efficacia del kinesio tape dipende dal motivo per cui il fisioterapista lo applica. Bisogna ricordare anche che è difficile eseguire studi su tutti i casi possibili. Può essere che, pur non esistendo una prova scientifica, un metodo dia risultati positivi. Tuttavia, ci sono spesso metodi provati scientificamente che possono essere utilizzati come alternative più sicure.

Diversi ambiti di applicazione

Come esempio di quanto sarebbe difficile ottenere studi scientifici su questo metodo, abbiamo i modi in cui viene applicato. Tra le varie alternative, c’è il metodo di applicazione a I, a X, a Y, a stella, intrecciato, ecc.

Tape su braccio di una ragazza.

Tutte questi metodi si riferiscono alla forma disegnata dal bendaggio sulla pelle del paziente, e ognuna ha effetti diversi. Esistono anche cerotti di diversi colori, in base al grado di elasticità, che possono essere usati per ognuno di questi metodi.

Con tutti questi metodi di applicazione, il kinesio tape ha effetti sulla circolazione e sulla fascia, e cura i lividi. Non esistono, però, studi che supportino o smentiscano questi usi.

Kinesio tape: uno strumento in più

In base a quanto abbiamo visto, il kinesio tape può essere uno strumento efficace. Al giorno d’oggi, è difficile rivolgersi a un fisioterapista che non disponga di questo materiale. I suoi effetti positivi sul raggio di movimento o sulla propriocezione sono significativi, oltre alla capacità di essere un promemoria costante per il paziente.

Bisogna ricordare, però, come in tanti altri casi, che il modo più efficace di applicare questo metodo è all’interno di un trattamento più ampio. Vale a dire, un metodo che completa altre tecniche che aiutano il paziente nei due o tre giorni dopo l’applicazione.

Con le informazioni che abbiamo a disposizione, questo è ciò che sappiamo sull’uso del kinesio tape. Futuri studi ci diranno fino a dove arrivano gli effetti di questo cerotto.

La terapia miofasciale: cos’è e quali benefici offre

La terapia miofasciale: cos’è e quali benefici offre

La terapia miofasciale è molto frequente nelle sessioni di fisioterapia, dato che la fascia è una struttura spesso soggetta a lesioni.



  • M. Thelen, J. Dauber y P. Stoneman. The Clinical Efficacy of Kinesio Tape for Shoulder Pain: A Randomized, Double-Blinded, Clinical Trial. Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy. July 1, 2008; Volume 38, Issue 7, Pages389-395
  • S. Walsh. Treatment of a brachial plexus injury using kinesiotape and exercise, Physiotherapy Theory and Practice, 26:7, 490-496; 2010
  • K. Briem, H. Eythörsdöttir, R. Magnúsdóttir et al. Effects of Kinesio Tape Compared With Nonelastic Sports Tape and the Untaped Ankle During a Sudden Inversion Perturbation in Male Athletes. Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy. May 1, 2011; Volume 41, Issue 5, Pages328-335