Scopriamo gli usi e i benefici dell'elettroterapia

L'elettroterapia ha numerosi vantaggi. Infatti, le controindicazioni si riferiscono a casi molto specifici.
Scopriamo gli usi e i benefici dell'elettroterapia

Ultimo aggiornamento: 24 aprile, 2021

L’elettroterapia viene utilizzata per numerose patologie nel campo della fisioterapia. Le onde elettriche si trasmettono bene per il corpo, il che significa che gli impulsi elettrici controllati nella pelle possono influenzare le strutture sottostanti. A seconda della frequenza e dell’intensità dell’elettroterapia, otterremo una risposta fisiologica o un’altra.

Come si applica l’elettroterapia?

A seconda del metodo specifico scelto, l’elettroterapia può essere applicata in due modi diversi. Entrambi saranno costituiti da una macchina che emette gli impulsi, ma con diversi modi di applicarlo al corpo.

La prima opzione sono gli elettrodi. Si tratta di elettrodi adesivi che si attaccano alla pelle del paziente.  Ci sono anche gli elettrodi normali, che vengono attaccati all’area da trattare usando delle cinghie.

In secondo luogo abbiamo i generatori. Questi dispositivi sono collegati a delle macchine e consentono al fisioterapista di applicare manualmente le onde sull’area desiderata. Offrono anche la libertà di spostarli in un’area più ampia, se necessario.

Elettroterapia: un ampio spettro di usi

All’interno dell’elettroterapia ci sono diverse opzioni di trattamento. Queste sono le più comuni:

Applicazione mediante elettrodi

  • Elettrostimolazione muscolare: rafforzamento della muscolatura con l’aiuto di impulsi elettrici. In questo caso, le onde elettriche vengono utilizzate per far contrarre il muscolo. Uno dei casi più comuni dell’applicazione dell’elettrostimolazione è negli atleti, che devono eseguire una contrazione muscolare volontaria nello stesso momento in cui arrivano gli impulsi elettrici. Ciò consentirà loro di ottenere una maggiore forza di contrazione. In secondo luogo, viene utilizzato anche nelle persone con problemi nervosi, dove l’impulso non raggiunge il muscolo come dovrebbe.
Elettroterapia TENS

  • TENS: questa modalità consiste nell’applicazione di onde a bassa frequenza per alleviare il dolore. Il paziente avverte solo un leggero formicolio durante l’applicazione, che viene eseguito per diversi minuti consecutivi. Il vantaggio è che consente di notare un immediato sollievo dal dolore.

Applicazione mediante generatore

  • Ultrasuoni: questi impulsi sono noti soprattutto tra gli atleti. Gli ultrasuoni vengono applicati usando una testa, il suo uso fa vibrare le strutture ad una frequenza che causerà principalmente un effetto anti-infiammatorio. Colpisce i tessuti molli vicini all’osso, come tendini, legamenti o capsule articolari. Pertanto, il suo uso è particolarmente raccomandato in caso di distorsioni, tendiniti o borsiti.
  • Microonde o diatermia: in questa modalità, gli impulsi elettrici generano calore, che viene trasmesso attraverso le strutture del corpo del paziente. Pertanto, è considerato anche un trattamento termoterapico, poiché la sua funzione sarà quella di riscaldare i tessuti. In questo modo, aumenta l’afflusso di sangue e aiuta a rilassare l’area quando c’è una patologia cronica. Il fatto che si tratti di onde elettriche significa che la penetrazione sarà maggiore di quella di altre applicazioni di calore, come i raggi infrarossi. Infatti, questi ultimi difficilmente influenzano le strutture sotto il derma.
  • Ionoforesi: questa tecnica è una delle meno conosciute e consiste nel raggiungere una maggiore penetrazione del farmaco attraverso la pelle del paziente rispetto a quella che si otterrebbe semplicemente usando le dita. Il farmaco viene applicato sull’area da trattare e con il macchinario vengono effettuati movimenti circolari mentre si emettono gli impulsi.
Fisioterapia ultrasuoni


Controindicazioni

Poiché si tratta di impulsi elettrici che raggiungono i tessuti profondi del corpo, vi sono alcuni casi in cui l’elettroterapia non deve essere applicata o in cui devono essere prese le dovute precauzioni.

Questi casi includono persone con pacemaker, donne in gravidanza e persone con malattie infettive o cancerose. Dovrebbe anche essere usato il buon senso e gli impulsi elettrici non devono essere mai applicati agli occhi, al cuore o al collo. Sono strutture molto delicate e ci sono altri modi per trattare le patologie in queste aree in modo più sicuro.

Infine, è necessario stare attenti con le persone con impianti metallici. In questi casi, è preferibile non applicare le microonde e sarebbe bene utilizzare altre tecniche di termoterapia più superficiali.

Potrebbe interessarti ...
I benefici della terapia di compressione ischemica
Fit PeopleLeggi in Fit People
I benefici della terapia di compressione ischemica

Nonostante non sia tra le tecniche più conosciute, la compressione ischemica è molto utile. La sua metodologia è innovativa.



  • Águila Tejeda Gerardo, Suárez Monzón Horacio, Delgado Figueredo Rolando, Suárez Collado Pedro O. Proceso rehabilitador de artrogriposis múltiple congénita. Rev Cubana Ortop Traumatol  [Internet]. 2013  Jun [citado  2019  Oct  22] ;  27( 1 ): 91-98.
  • Martínez Torres Jacqueline C, Rodríguez Adams Elsa Mª, Díaz Acosta Dayuli, Ros Montenegro Adianez, Abreu Pérez Yahima, García Delgado José Angel et al. Evaluación del efecto de la magnetoterapia, la electrotrapia y los ejercicios del suelo pélvico como tratamiento rehabilitador en la incontinencia urinaria. Rev haban cienc méd  [Internet]. 2009  Mar [citado  2019  Oct  22] ;  8( 1 ).
  • Bassols A., Bosch F., Campillo M., Baños J.E.. El dolor de espalda en la población catalana: Prevalencia, características y conducta terapéutica. Gac Sanit  [Internet]. 2003  Abr [citado  2019  Oct  22] ;  17( 2 ): 97-107