Tutti i benefici dell'idroterapia per la salute

L'acqua possiede proprietà analgesiche, antinfiammatorie e rilassanti. Scopriamo i vantaggi dell'idroterapia come metodo di riabilitazione.
Tutti i benefici dell'idroterapia per la salute

Ultimo aggiornamento: 02 marzo, 2021

I benefici dell’idroterapia sono stati dimostrati ampiamente, tanto che per alcuni tipi di patologie è più consigliata rispetto ad altri trattamenti di fisioterapia.

In questo articolo, vedremo su cosa si basa esattamente questa tecnica e quali sono i suoi vantaggi più importanti. In questo modo, se si presenta come alternativa in caso di infortunio, saprete cosa dovrete affrontare.

Cos’è l’idroterapia?

Come suggerisce il nome, l’idroterapia si basa sull’utilizzo dell’acqua come mezzo di riabilitazione. Nello specifico, il paziente entra dentro una piscina ed esegue vari esercizi e movimenti, a seconda della patologia.

Quando si ha il corpo in acqua, la prima cosa da tenere in considerazione per comprendere i benefici dell’idroterapia sono le condizioni che caratterizzano questo ambiente.

Da un lato, va considerata la temperatura dell’acqua. È importante che la temperatura sia confortevole per il paziente, quindi né troppo fredda né troppo calda, ma una via di mezzo.

L’altro fattore da considerare è la pressione idrostatica, che è la pressione o forza che l’acqua esercita su tutte le parti del corpo che sono sommerse.

Allo stesso modo, l’effetto dell’assenza di gravità è essenziale. Sappiamo tutti che nell’acqua è come se la persona stesse galleggiando. In questo modo si elimina parte dell’azione della gravità e, quindi, si riduce la pressione applicata sulle articolazioni e su altre strutture.

Esistono anche altre forme di idroterapia, come docce o getti. In questi casi l’obiettivo è quello di agire su una determinata zona, generalmente attraverso il rilassamento prodotto dall’applicazione di un tipo di massaggio con acqua più calda, oppure per favorire la circolazione con getti in cui si passa più volte dall’acqua fredda a quella calda.

Di seguito parleremo dei benefici dell’idroterapia che si basa sull’immersione di gran parte del corpo in acqua e sul tipo di movimenti, come spiegato in una pubblicazione sulla rivista Physiotherapy. Esaminandoli, noterete che si tratta di una tecnica davvero efficace.

donna anziana in acqua.

Benefici dell’idroterapia

Abbiamo già spiegato il tipo di idroterapia ed analizzato le principali condizioni che si verificano in acqua. Quindi, vedremo quali effetti positivi hanno sulla riabilitazione di un paziente.

Prima di tutto, dobbiamo parlare della temperatura. Avere il corpo a una temperatura adeguata favorisce l’elasticità e il rilassamento muscolare. Pertanto, il primo vantaggio è avere un aiuto in modo che i muscoli siano in buone condizioni per esercitarsi.

Il secondo punto è la pressione idrostatica. Questo fenomeno applica una sorta di piccolo massaggio sulle cellule. Man mano che ci muoviamo, la quantità di pressione sulle diverse strutture varia, offrendo così una sorta di massaggio su di esse. Questo effetto aiuterà anche a ridurre l’infiammazione e riassorbire i lividi.

La terza parte positiva è la resistenza che l’acqua offre al movimento. Questa resistenza ti consente di lavorare sui grandi gruppi muscolari del corpo semplicemente camminando. Ogni volta che facciamo un movimento nell’acqua, stiamo facendo più forza che se ci trovassimo nell’ambiente terrestre. Questo può essere notato ad esempio durante il nuoto.

Un fisioterapista può aiutarci in molti modi. In altre parole, l’aiuto di un’altra persona può offrire resistenza dal basso, dall’alto, dietro o su un arto specifico, tra le altre alternative.

In piscina, sarà più facile per il professionista muoversi intorno al paziente ed eseguire il proprio lavoro. Inoltre, se desiderate rilassare gli arti, esistono delle tecniche di idroterapia in cui il professionista tiene il paziente sotto le ginocchia e sotto il collo e lo muove ritmicamente da un lato all’altro.

L’assenza di gravità, tra i benefici dell’idroterapia

Per questa funzionalità apriremo una sezione a parte, poiché presenta sia aspetti positivi che negativi. In sostanza, l’assenza di gravità dell’acqua significa che non esercitiamo pressione sulle articolazioni, né ci costringe a fare uno sforzo per rimanere in piedi o avere una buona postura.

Donna in una piscina in sessione di idroterapia.

In generale, quando ci riprendiamo da un infortunio traumatico questo è positivo, poiché dobbiamo allenare i muscoli prima di sollevare pesi. L’acqua è perfetta per questo scopo, poiché possiamo fare moltissimi movimenti, sia attivi che passivi, senza compromettere l’articolazione.

Tuttavia, questa pressione a cui siamo normalmente sottoposti è ciò che fa funzionare le capsule articolari, il liquido sinoviale si rinnova, le vecchie cellule ossee vengono riassorbite e ne vengono emesse di nuove… cioè c’è un intero gruppo di elementi che non vengono esercitati in acqua.

Pertanto, se si tratta di una lesione in cui le articolazioni non hanno subito danni e si desidera tornare vita normale quanto prima, è possibile che lo specialista opti per delle alternative diverse dall’idroterapia.

Un metodo efficace e divertente

In generale ci sono cinque grandi vantaggi dell’idroterapia. Come spiega uno studio pubblicato sulla rivista Naturopathic Medicine, se abbiamo subito un intervento chirurgico al ginocchio o all’anca o abbiamo problemi a livello spinale, sarà molto utile fare parte della riabilitazione in acqua.

Se il vostro fisioterapista ritiene che sia una buona opzione per il vostro tipo di infortunio, non esitate a scegliere l’idroterapia: sarà una delle parti più divertenti della riabilitazione!

Potrebbe interessarti ...
Riabilitazione del legamento crociato in acqua
Fit PeopleLeggi in Fit People
Riabilitazione del legamento crociato in acqua

La riabilitazione del legamento crociato è un processo che non va preso alla leggera. Gli esercizi in acqua aiutano a rieducare il ginocchio al mov...



  • J. Pazos y A. González. Técnicas de hidroterapia. Hidrocinesiterapia. Fisioterapia. Volume 24, Supplement 2, 2002, Pages 34-42
  • J. Llor. Evidencia científica de la hidroterapia, balneoterapia, termoterapia, crioterapia y talasoterapia. Medicina naturista. Vol. 2, Nº 2, 2008, págs. 29-41
  • G. Rodríguez y R. Iglesias. Bases físicas de la hidroterapia. Fisioterapia. Volume 24, Supplement 2, 2002, Pages 14-21