Come trattare uno stiramento muscolare?

Uno stiramento muscolare è un infortunio lieve, ma ci impedirà di fare sport per circa una settimana. È possibile prevenirlo? Come dobbiamo curarlo?
Come trattare uno stiramento muscolare?

Ultimo aggiornamento: 05 gennaio, 2021

Gli atleti sono esposti a molti tipi di lesioni. A seconda della disciplina che praticano, alcune lesioni sono più frequenti di altre. Tra queste, lo stiramento muscolare è piuttosto comune e frequente in molte discipline.

È difficile sapere esattamente quanta tensione e forza possono sopportare i muscoli, quindi è facile farsi male. Una delle forme più lievi di questo tipo di lesioni è lo stiramento muscolare. In questo articolo, vedremo in cosa consiste esattamente lo stiramento muscolare e come bisogna trattarlo per recuperare la mobilità il prima possibile.

In cosa consiste e quali sono i sintomi?

Per capire come trattare uno stiramento muscolare, dobbiamo prima sapere di cosa si tratta. Uno stiramento muscolare è una lesione lieve provocata da dei micro strappi delle fibre dovuti a uno stiramento improvviso o anormale.

Per farci un’idea, possiamo dire che è un po’ più grave di una contrattura, ma meno grave di uno strappo parziale di un muscolo. Questo perché le fibre non solo si sono contratte, ma ci sono anche delle micro rotture. Tuttavia, tali micro-rotture non mettono in pericolo la continuità del muscolo in questione, né si spezzano in fasci di fibre.

Si può dedurre che lo stiramento muscolare è una lesione che appare a causa della mancanza di flessibilità del muscolo. Maggiore è la flessibilità, minore sarà la resistenza che un muscolo oppone allo stiramento muscolare. Se non c’è abbastanza flessibilità, non potrà allungarsi e, in caso di tensione forte o improvvisa, si verificano i micro-strappi.

Donna che si è fatta male.

Questo infortunio può manifestarsi anche se non eseguiamo correttamente il riscaldamento o se il muscolo è già affaticato da uno sforzo precedente. Essendo una lesione muscolare minore, non proveremo dolore quando stiamo a riposo. Noteremo dolore solo quando il muscolo fa una contrazione. Cioè, farà male quando proveremo ad usarlo.

Ci farà male quando lo tocchiamo e potremmo notare rigidità e difficoltà nel fare i movimenti. Più grave è lo stiramento muscolare, più forti saranno questi sintomi.

Come trattare uno stiramento muscolare?

La prima cosa da fare quando si nota un possibile stiramento muscolare è smettere di fare lo sport che stiamo facendo. Continuare a farlo se abbiamo notato un dolore improvviso dopo un stiramento insolito di un gruppo muscolare non farà che peggiorare la situazione.

Successivamente, sarà necessario eseguire il classico protocollo di azione in caso di infortunio di questo tipo: ghiaccio, compressione, riposo ed elevazione. In questo modo limiteremo l’infiammazione e il danno che ne deriva, nonché l’edema che può manifestarsi.

Il prossimo passo consisterà nel farsi visitare da un medico per confermare la diagnosi. È importante escludere lesioni più gravi e gli esami diagnostici ci diranno esattamente di quale infortunio si tratta, presumendo che si tratta di uno strappo muscolare.

Uno stiramento muscolare si rimargina con il riposo. Potrebbero essere necessari un massimo di 10 giorni, ma è probabile che dopo una settimana saremo guariti. Per aiutare il recupero, possiamo continuare ad applicare il ghiaccio per i primi giorni, oltre a mantenere sollevato l’arto ferito.

Anche andare dal fisioterapista può aiutarci verso un recupero efficace dell’arto. I massaggi realizzati dalle mani di un esperto aiuteranno a rilassare il muscolo e a ritrovare la normale circolazione, mentre gli esercizi di intensità variabile ci faranno sapere a che punto si trova la riabilitazione.

Ragazzo che si regge la spalla.


La flessibilità dei muscoli è fondamentale

Dopo aver esaminato tutte queste informazioni sullo stiramento muscolare, possiamo  facilmente dedurre che la cosa più importante da fare in questi casi è la prevenzione. Ad esempio, realizzando degli esercizi per rilassare i gruppi muscolari che utilizzeremo durante lo sport, partiremo in vantaggio.

Sarà essenziale anche un adeguato riscaldamento prima di iniziare. Avendo i muscoli flessibili e pronti, la probabilità di uno stiramento è notevolmente ridotta.

Infine, dobbiamo rispettare i periodi di riposo per consentire ai muscoli di riprendersi. Se ci sentiamo stanchi o affaticati, è preferibile optare per una semplice passeggiata o qualche esercizio a bassa intensità. Riprenderemo la nostra attività preferita quando non ci sarà più il pericolo di soffrire una lesione.

Tuttavia, anche nel caso in cui abbiamo subito uno stiramento muscolare, possiamo considerarci fortunati. Questo perché significa che avremo evitato un infortunio più grave e tra una settimana circa saremo di nuovo pronti a fare esercizio.

Pertanto, se vogliamo evitare contratture, stiramenti e strappi, dobbiamo semplicemente fare stretching, riscaldarci bene e non esagerare. Il corpo ve ne sarà molto grato.

Potrebbe interessarti ...
Fasi di recupero dopo un infortunio
Fit PeopleLeggi in Fit People
Fasi di recupero dopo un infortunio

Le fasi di recupero dopo un infortunio comprendono una fase fisica e una psicologica. Quest'ultima è molto importante e non deve essere sottovaluta...



  • Equipo médico del FC Barcelona. Guía de Práctica Clínica de las lesiones musculares. Epidemiología, diagnóstico, tratamiento y prevención. 2009.
  • D. Marqués. Efectividad de las prendas de comprensión como modalidad de recuperación de la fatiga muscular en jugadores de fútbol. Tesis doctoral para la Universidad del País Vasco. 2017.
  • J. Kloubec. Pilates for Improvement of Muscle Endurance, Flexibility, Balance, and Posture, Journal of Strength and Conditioning Research: March 2010 – Volume 24 – Issue 3 – p 661-667