Le 5 lesioni più frequenti e come evitarle

Le lesioni sono sempre un ostacolo nello sport, poiché comportano un'interruzione forzata dell'allenamento. Pertanto, oggi vi diciamo qual è il modo migliore per prevenirle.
Le 5 lesioni più frequenti e come evitarle

Ultimo aggiornamento: 18 dicembre, 2019

Quando si pratica sport, inevitabilmente ci si espone a un rischio maggiore di soffrire di lesioni. Per fortuna, la maggior parte di esse non sono gravi: in effetti, molto spesso si risolvono in pochi giorni. In questo articolo, parleremo delle lesioni più frequenti e come evitarle.

Sebbene la pratica sportiva sia associata ad un rischio di lesioni maggiore, è possibile ridurre questo rischio con la prevenzione e seguendo una tecnica appropriata. Indubbiamente, inoltre, è meglio esporsi a questo rischio piuttosto che a tutti quelli che comporta uno stile di vita sedentario. Continua a leggere per conoscere le 5 lesioni più frequenti e alcune misure generali per evitarle.

Le lesioni più frequenti

Ci sono una serie di lesioni che sono più frequenti rispetto ad altre. Generalmente si tratta di lesioni lievi, che non vi impediranno di praticare sport a lungo, ma a cui bisogna stare attenti, poiché possono trasformarsi in lesioni più complesse.

Tuttavia, alcune lesioni possono essere più serie. Per questo motivo, è bene evitarle a tutti i costi con una pianificazione adeguata dell’esercizio fisico.

1. Sovraccarico

È il tipo più frequente di lesione che possiate subire: si verifica quando sottoponete i muscoli ad uno sforzo troppo intenso o troppo a lungo, per il quale non sono preparati.

Quando i muscoli subiscono un sovraccarico, sentirete un dolore simile ad un pungiglione o un crampo. In questi casi, è normale perdere la mobilità, soprattutto se si verifica in un’area come il collo. Di solito si risolve da solo in pochi giorni di riposo e per alleviare il dolore si possono prendere degli antidolorifici.

Dolore muscolare


2. Distorsione, una delle lesioni più frequenti

Le distorsioni sono una delle lesioni più frequenti. Ad esempio, la distorsione alla caviglia di solito si verifica soprattutto nei corridori e negli sport come il calcio e il basket. Di solito è causata da movimenti improvvisi e rapidi in cui si posiziona male il piede, il che provoca un allungamento o una rottura dei legamenti dell’articolazione. Esistono diversi gradi a seconda del coinvolgimento o della rottura totale del legamento.

Inoltre, possiamo subire distorsioni al polso, che di solito sono dovute a cadute o traumi. Per il loro trattamento sarà necessario interrompere l’attività fisica per alcune settimane e immobilizzare l’articolazione in modo che guarisca correttamente.

3. Lussazione

Si verifica quando l’osso lascia l’articolazione. Di solito si verifica in articolazioni come il ginocchio, la spalla o il gomito.

Una lussazione va curata d’urgenza riposizionando manualmente l’osso al suo posto, il che può essere piuttosto doloroso, ma vi impedirà di perdere la mobilità articolare in futuro. Una volta riposizionato l’osso, bisogna mantenere la zona ferma per alcune settimane o mesi. Per alleviare il dolore si possono assumere degli antidolorifici.

4. Frattura, una delle lesioni più gravi

Le fratture di solito si verificano a causa di stress o traumi continui. Un tipo speciale di frattura è quella in cui non vi è alcuna separazione dei bordi dell’osso e si manifesta come un’apertura o un’erosione superficiale.

Queste lesioni, a seconda del grado di coinvolgimento e del tipo di frattura, verranno trattate in un modo piuttosto che in un altro. Quelle più gravi che comportano la separazione dei bordi dell’osso dovranno essere curate da un traumatologo.

5. Strappo muscolare

La rottura delle fibre muscolari – o strappo muscolare – si verifica quando il muscolo fa uno sforzo troppo intenso. Può verificarsi anche con sforzi minimi o moderati nelle persone sedentarie.

Gli strappi muscolari sono caratterizzati da dolore localizzato e riducono la capacità di contrazione, per cui dopo alcuni giorni può comparire un livido. A seconda della posizione e del numero di fibre muscolari interessate, il tempo di riposo necessario può variare.

Come evitare le lesioni più frequenti?

La prevenzione degli infortuni costituisce un ampio ramo della medicina dello sport. Pertanto, non approfondiremo oggi le misure specifiche per prevenire gli infortuni, ma parleremo delle abitudini che dovremmo sempre tenere presente quando si fa sport:

Uomo fa stretching prima di fare sport

  • Un riscaldamento fatto bene è la chiave per evitare alcune delle lesioni più frequenti. Infatti, è molto importante riscaldare correttamente le articolazioni e i muscoli prima di praticare qualsiasi attività fisica.
  • Dobbiamo dare al nostro corpo i giusti tempi di recupero dopo lo sport. Pertanto, bisogna nutrirsi adeguatamente e riposare le ore necessarie durante la notte.
  • È meglio evitare rischi inutili durante l’allenamento, come portare il corpo all’estremo delle sue capacità ed evitare il sovrallenamento.
  • Occorre riconoscere quando il corpo è gravemente affaticato e sapersi fermare in tempo per evitare ulteriori danni.
  • Infine, è consigliabile anche conoscere quali sono le lesioni più frequenti nello sport praticato ed essere consapevoli di come prevenirle e curarle. Questo vi aiuterà con gli aspetti tecnici più importanti che riguardano la prevenzione, come la tecnica del passo per i corridori o la tecnica di sollevamento per il sollevamento pesi.
Potrebbe interessarti ...
Definire i muscoli in modo sano e senza lesioni
Eres DeportistaLeerlo en Eres Deportista
Definire i muscoli in modo sano e senza lesioni

Definire i muscoli non è un compito facile e non è possibile riuscirci in poche settimane. A seguire vi diciamo tutto quello che c'è da sapere al riguardo.



  • Hootman JM, Dick R, Agel J. Epidemiology of collegiate injuries for 15 sports: summary and recommendations for injury prevention initiatives. J Athl Train [Internet]. 2007 [cited 2019 Jun 8];42(2):311–9. Available from: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17710181
  • Browne GJ, Barnett PL. Common sports-related musculoskeletal injuries presenting to the emergency department. J Paediatr Child Health [Internet]. 2016 Feb [cited 2019 Jun 8];52(2):231–6. Available from: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27062629
  • Saragiotto BT, Di Pierro C, Lopes AD. Risk factors and injury prevention in elite athletes: a descriptive study of the opinions of physical therapists, doctors and trainers. Brazilian J Phys Ther [Internet]. 2014 [cited 2019 Jun 8];18(2):137–43. Available from: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24845023
  • Wojtys EM. Sports Injury Prevention. Sports Health [Internet]. 2017 [cited 2019 Jun 8];9(2):106–7. Available from: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28225690
    Timpka T. Jacobsson; J. Bickenbach; J. Finch CF; Ekberg J. Nordenfelt L. What is a Sports Injury? Sport Med [Internet]. 2014 Apr 28 [cited 2019 Jun 8];44(4):423–8. Available from: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24469737