Regole per tornare ad allenarsi dopo un infortunio

24 agosto, 2020
Dopo aver subito un infortunio, molte persone sono riluttanti a tornare ad allenarsi. Tuttavia, una delle cose migliori da fare per accelerare la riabilitazione è, appunto, l'attività fisica.
 

Tornare ad allenarsi dopo aver subito un infortunio spesso non è un facile. Anche gli atleti professionisti più allenati soffrono le conseguenze di dover riprendere l’attività fisica dopo un periodo di riposo più o meno lungo.

Con qualsiasi sport c’è il rischio di lesioni, non possiamo negarlo. Anche prendendo tutte le misure possibili per evitare e prevenire gli infortuni, a volte si verificano e basta.

Quando si subisce una lesione, la prima cosa da fare è cercare di riprendersi seguendo alla lettera le indicazioni mediche, tra cui osservare un periodo di riposo. Una volta trascorso questo periodo, sono in molti a chidersi quando potranno tornare ad allenarsi.

Fatta eccezione per i quadri clinici estremi, tutti possono tornare ad allenarsi dopo un infortunio. Tuttavia, è necessario rispettare i tempi di recupero, con pazienza e con la supervisione di un professionista, che vi aiuterà a promuovere una riabilitazione completa. Inoltre, quando il ritorno all’allenamento avviene con consapevolezza, è possibile prevenire il ripetersi degli infortuni.

È importante anche fare un’analisi dell’infortunio per comprendere le cause che lo hanno provocato. Forse non ci siamo riscaldati abbastanza, abbiamo sovraccaricato un muscolo debole o eseguito un brutto movimento che ha danneggiato un’articolazione.

Una volta identificato l’errore, il recupero sarà più efficace. Scopriamo insieme i passi da seguire per tornare ad allenarsi dopo aver subito un infortunio.

 

Un aiuto per tornare ad allenarsi dopo un infortunio

Se abbiamo intenzione di tornare ad allenarci dopo un infortunio, sarà meglio consultare un professionista in medicina sportiva. Infatti, un fisioterapista o un medico si avvalgono degli adeguati strumenti scientifici per guidarci verso il completo recupero.

Il primo passo sarà la diagnosi corretta. Infatti, se una lesione viene diagnosticata erroneamente, il processo successivo si rivelerà difficoltoso e sbagliato. Riprendersi da una distorsione è diverso rispetto ad uno strappo muscolare, così come un crampo è diverso da uno sforzo eccessivo.

Una volta stabilita la diagnosi, il professionista indicherà le linee guida iniziali, tra cui sicuramente ci sarà il riposo, l’applicazione di impacchi a freddo o a caldo seconda dei casi, l’assunzione di antinfiammatori e i controlli periodici fino al completo recupero.

Fisioterapista con paziente che ha un dolore alla spalla.
Il fisioterapista può aiutarci a prevenire il dolore alla spalla.

Dopo un periodo di riposo inevitabile, molti atleti si ritrovano di fronte a tutti gli interrogativi e le paure che accompagnano il ritorno ad allenarsi dopo aver subito un infortunio. Pertanto, la guida del medico è essenziale: uno specialista sapà rispondere alle vostre domande e saprà stabilire qual è il piano di riabilitazione migliore per voi.

 

Il riscaldamento per allenarsi dopo un infortunio

Il riscaldamento è di vitale importanza per l’organismo, in ogni momento, ma diventa essenziale quando ci si allena dopo un infortunio. Infatti, un riscaldamento fatto male o troppo breve è una delle prime cause di lesioni.

Sarà importante realizzare dei brevi esercizi aerobici ed alcuni stiramenti. Indipendentemente dallo sport che pratichiamo, è utile attivare la parte centrale del corpo e quella neuronale. Per quest’ultima, gli esercizi di concentrazione dinamica sono molto efficaci.

Recuperare le forze

Per tornare ad allenarci dopo un infortunio, per prima cosa dobbiamo rafforzare i muscoli, che, dopo il periodo di riposo, hanno perso parte della massa e del tono muscolari.

Gli esercizi di forza sono particolarmente indicati per questo compito. È sconsigliabile iniziare a tutta velocità, ma possiamo esercitare una forza localizzata sui muscoli che circondano la lesione. Ogni sport, in questo caso, ha i suoi meccanismi per rinvigorire le parti del corpo che richiedono maggiore sforzo.

Sarà meglio anche identificare i punti deboli: molte lesioni avvengono perché alcune parti del corpo non si sono sviluppate correttamente. Quindi è arrivato il momento di farlo.

Allenare le articolazioni dopo un infortunio

La flessibilità articolare è una componente molto importante dell’allenamento post-infortunio. Delle articolazioni stabili forniscono equilibrio a tutto il corpo e prevengono lesioni future mantenendo gli assi di postura corretti, sia passivamente che attivamente.

 

Qui entra in gioco l’allenamento propriocettivo. Molti atleti sono riluttanti a farlo perché non lo considerano necessario o stravagante. Tuttavia, a lungo termine si nota una grande differenza tra chi lo pratica e chi no.

Tornare ad allenarsi dopo un infortunio. Persone allenano l'equilibrio.
Bilanciare il peso aiuta a migliorare la propriocezione e a prevenire la disfunzione propriocettiva.

L’allenamento propriocettivo consiste nell’eseguire delle posizioni statiche che forzano l’equilibrio, al fine di costringere i muscoli e le articolazioni a correggere la postura. Il cervello e il cervelletto, da parte loro, aumentano la concentrazione per ordinare ai muscoli di contrarsi e rilassarsi per evitare di cadere.

I progressi nel recupero dopo un infortunio

Infine, la raccomandazione più importante prima di tornare ad allenarsi dopo aver subito una lesione è di rispettare la giutsa progressione. Non è possibile sentirsi meglio immediatamente; bisogna andare piano per prenderci cura di noi stessi.

Insomma, non bisogna avere paura di tornare ad allenarsi dopo aver subito un infortunio ed essere stati a riposo a lungo. Ma è bene essere cauti e prendere le misure necessarie. I progressi nel recupero ci consentiranno di godere della nostra attività preferita e di evitare infortuni in futuro.

 
  • Bahr, Roald, and Sverre Maehlum. Lesiones Deportivas/Sports Injuries: Diagnóstico, Tratamiento Y Rehabilitación/Diagnostic, Treatment and Rehabilitation. Ed. Médica Panamericana, 2007.
  • Hüter-Becker, Antje. La rehabilitación en el deporte. Vol. 44. Editorial Paidotribo, 2005.
  • Gusi Fuertes, Narcis, and Luis Pablo Rodríguez Rodríguez. Manual de prevención y rehabilitación de lesiones deportivas. Síntesis, 2002.