L'esercizio fisico per combattere l'ansia e la depressione

01 ottobre, 2020
La depressione e l'ansia colpiscono milioni di persone nel mondo. Negli ultimi anni, gli operatori sanitari hanno sottolineato l'importanza di uno stile di vita attivo per prevenire e combattere il malessere psicologico.

Se l’esercizio fisico sia utile per combattere l’ansia e la depressione è un argomento molto dibattuto nel campo della psicologia. Forse perché dal secolo scorso vengono usati solo due modi per combattere questi disturbi mentali: i farmaci prescritti da un medico e la psicoterapia.

Tuttavia, oggi sempre più professionisti sottolineano l’importanza di uno stile di vita attivo per prevenire e combattere il malessere di tipo psicologico.

L’ansia e la depressione sono due patologie piuttosto diffuse nella società odierna. Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità, il 4,4% della popolazione mondiale soffre di depressione. Inoltre, si stima che entro il 2030 la depressione sarà la principale causa di disabilità.

Per quanto riguarda l’ansia, in Europa il 10,4% della popolazione ne soffre. Questi numeri dimostrano che non si tratta affatto di casi isolati e che al contrario, questi disturbi interessano un gran numero di persone.

Quali sono i sintomi dell’ansia e della depressione?

Sebbene la depressione e l’ansia abbiano sintomi diversi, la realtà è che sono strettamente legati fra loro. È comune che una persona presenti i sintomi di entrambi i disturbi o che vengano diagnosticate contemporaneamente sia la depressione che l’ansia.

La depressione può manifestarsi con diversi livelli di gravità; tra i suoi sintomi più comuni ci sono:

  • Sentimenti di tristezza e mancanza di motivazione.
  • Perdita di interesse nei confronti delle attività quotidiane.
  • Senso di colpa.
  • Cambiamenti nelle abitudini del sonno e alimentari.
  • Disattenzione e difficoltà di concentrazione.
  • Nei casi più gravi, pensieri suicidi.
Donna che soffre d'ansia.

D’altra parte, i disturbi legati all’ansia includono una moltitudine di sintomi: fobie specifiche, disturbo d’ansia generalizzato, bassa autostima, panico… Tutti in comune l’estrema preoccupazione per il futuro e l’anticipazione di eventi negativi e fatali.

Gli effetti psicologici dell’esercizio fisico

L’esercizio fisico non solo ha benefici per il corpo, ma influisce anche sul benessere psicologico per quattro motivi:

  • Aumenta il rilascio di monoamina: dopo l’esercizio, il cervello rilascia dopamina, endorfine e serotonina. Queste sostanze generano una sensazione di tranquillità, benessere e felicità.
  • Spinge verso il raggiungimento di scopi e obiettivi: quando vengono raggiunti gli scopi e gli obiettivi proposti, dentro di noi si attiva il sistema di ricompensa. Quando ciò accade, proviamo grande soddisfazione e gioia.
  • Migliora l’autostima: i cambiamenti nell’aspetto del corpo, insieme al senso di realizzazione per il progresso raggiunto, influenzano positivamente l’autostima.
  • Riduce l’isolamento sociale: quando si fa esercizio fisico in gruppo, aumenta l’interazione con altre persone. In questo modo, ci si sente supportati e riconosciuti all’interno di un gruppo.

L’esercizio fisico come terapia contro l’ansia e la depressione

Come abbiamo visto, l’esercizio fisico apporta benefici sia al corpo che alla mente. Anche così, ci rimane un dubbio: l’esercizio fisico può prevenire e curare il malessere psicologico?

Combattere la depressione con l’esercizio fisico

L’esercizio fisico ha dimostrato di essere efficace nel trattamento dei sintomi depressivi. L’attività fisica moderata viene utilizzata come trattamento alternativo per le persone con disturbi del sonno. Infatti, i cambiamenti nelle abitudini del sonno sono uno dei principali sintomi della depressione.

D’altra parte, non esiste un’unica modalità di esercizio che sia efficace al 100%. Sono stati effettuati degli interventi con diverse attività – esercizio aerobico, allenamento della forza, danza, yoga, idroterapia – con risultati positivi per il benessere psicologico.

Lezione di aerobica di gruppo su un tetto.

Va notato che, sebbene l’attività fisica riduca i sintomi della depressione, resta comunque una condizione che deve essere valutata da un professionista della salute. Seguendo le linee guida del medico, probabilmente dovremo abbinare l’esercizio fisico alle sedute di psicoterapia.

Combattere l’ansia con l’esercizio fisico

Proprio come l’esercizio fisico può aiutare a curare la depressione, anche l’ansia può diminuire con uno stile di vita attivo. In uno studio condotto dall’Università di Cork, è stata riscontrata una relazione negativa tra i livelli di attività fisica e l’ansia.

Inoltre, pare che le persone che pratichino sport di squadra abbiano dei livelli di ansia più bassi. Questa scoperta rafforza la teoria che sostiene i vantaggi dell’esercizio di gruppo rispetto all’esercizio individuale.

Allo stesso modo, l’attività fisica migliora la qualità della vita delle persone con malattie croniche. Uno studio di Epilepsy & Behavior afferma che uno stile di vita sedentario è un fattore di rischio per lo sviluppo di ansia nelle persone con epilessia. Pertanto, l’esercizio fisico non solo può aiutare ad alleviare l’ansia, ma può persino prevenirla nelle persone che soffrono di altre patologie.

Conclusioni

In sintesi, l’esercizio fisico ha dimostrato ampiamente di avere degli effetti terapeutici per combattere la depressione e l’ansia. Vivere uno stile di vita attivo e sano è benefico non solo per la salute fisica, ma anche per la salute mentale. Ad ogni modo, non bisogna dimenticare che i disturbi mentali devono essere diagnosticati e valutati da uno specialista.

  • De Lima, C., de Lira, C. A. B., Arida, R. M., Andersen, M. L., Matos, G., Guilhoto, L. M. D. F. F., … y Vancini, R. L. (2013). Association between leisure time, physical activity, and mood disorder levels in individuals with epilepsy. Epilepsy & Behavior, 28(1), 47-51.
  • González, I., Gómez, N., Ortiz, R., & Ibarra, V. (2018, December). Ejercicio físico como tratamiento adyuvante de los trastornos mentales. Una revisión narrativa. In Anales de la Facultad de Ciencias Médicas (Vol. 51, No. 3, pp. 27-32).
  • McMahon, E. M., Corcoran, P., O’Regan, G., Keeley, H., Cannon, M., Carli, V., … y Balazs, J. (2017). Physical activity in European adolescents and associations with anxiety, depression and well-being. European Child & Adolescent Psychiatry, 26(1), 111-122.