Gli accordi che regolano il merchandising sportivo

25 luglio, 2020
Le risorse economiche nel mondo dello sport provengono da canali diversi. Uno di questi è il merchandising di prodotti e servizi. In questo articolo vi diciamo qualcosa in più su questa importante risorsa economica.
 

Il merchandising sportivo è senza dubbio uno dei canali più amati dal pubblico. La differenziazione delle proposte e i risultati di vendita dipendono da diversi fattori che trascendono il marchio stesso.

Attualmente, la strategia di marketing sportivo comprende accordi specifici che abbracciano diverse aree: dalle aziende, alle istituzioni fino ai promotori stessi. In questo articolo, parliamo degli accordi che regolano il merchandising sportivo.

Pianificazione del merchandising sportivo

Il primo passo per qualsiasi azione è la pianificazione. In questa fase, è importante analizzare e comprendere i vari canali di vendita e i loro promotori.

C’è una certa differenza tra i punti vendita online, gli outlet e i grandi negozi commerciali. Ognuno di loro richiede promotori qualificati che rafforzano l’immagine del marchio e garantiscono un valore aggiunto a ciò che i clienti già possiedono.

Il dipartimento di marketing deve lavorare insieme all’area marketing commerciale. Quest’ultima è responsabile dell’organizzazione delle azioni del primo e di fornire le informazioni sui potenziali utenti dei prodotti. Allo stesso modo, è loro dovere collaborare all’analisi svolta dall’area vendite.

Gli accordi aziendali per la promozione delle marche sportive

Le aziende che si dedicano alla vendita di articoli sportivi o alle loro industrie derivate crescono di più con gli accordi interistituzionali. Si tratta di fusioni tra club o professionisti di uno sport con marchi diversi regolati da licenze.

 
Maglia di Neymar in blu

Le più comuni sono le licenze dei prodotti. Una società di abbigliamento ottiene l’autorizzazione da una società sportiva per fabbricare e vendere prodotti con il logo e il design del club.

Altri tipi di accordi aziendali sono le licenze condivise e quelle alternative. Nel primo caso, le aziende produttrici eseguono la progettazione e la fabbricazione di elementi che alludono al marchio sportivo. Nascono così gli orologi, le custodie per cellulari e altri prodotti.

Le licenze alternative servono per sostenere gli altri settori attraverso la sponsorizzazione del marchio. Ad esempio, i bar a tema che alludono a un club o un atleta, i musei dedicati alle squadre, ecc.

Vantaggi del merchandising sportivo

Il merchandising sportivo offre molti vantaggi, soprattutto quando si sviluppano la pianificazione e le azioni adattate a ciascun segmento. Il rafforzamento dell’immagine del marchio è uno dei principali vantaggi, perché l’impatto visivo genera maggiori legami emotivi. Infatti, i fan di un club o di un atleta mirano a indossarne i colori e a sfoggiare gli articoli esclusivi.

Anche i proventi finanziari non sono da meno, dato che sono essenziali per pagare la campagna e ottenere una maggiore redditività. Per quanto riguarda i prodotti sportivi, i prezzi di solito non sono determinanti al momento dell’acquisto.

 

In pratica, il valore che i promotori attribuiscono al merchandising sarà il più economico. Queste differenze di reddito sono generalmente utilizzate per nuovi eventi o collaborazioni.

Inoltre, un altro vantaggio coinvolge anche la prestazione degli atleti. È stato provato che partecipare ad un evento, entrare in uno stadio e riconoscere i colori nelle pubblicità aumenta l’autostima e l’impegno personale. Il fatto di vedere i fan con addosso la divisa della squadra è un’ulteriore fonte di energia per i giocatori.

Selfie con un giocatore


Gli articoli di merchandising sportivo più venduti

La creatività è una delle caratteristiche chiave nel reparto marketing delle aziende. Un team di esperti è incaricato di definire quali articoli utilizzare per promuovere il marchio. Lo scopo è solidificare il rapporto con i fan ma anche attirare nuovi clienti.

I cappellini con i colori e lo stemma della squadra probabilmente sono gli articoli di merchandising più diffusi. Questi articoli sono molto versatili e in grado di adattarsi a tutti i tipi di pubblico e di solito ricevono un’accoglienza molto positiva. Esistono diversi modelli, anche in taglie junior.

 

Le maglie personalizzabili, ma anche le giacche, gli occhiali da sole e gli asciugamani con il logo e lo stemma della squadra sono tutti prodotti di merchandising sportivo. Sono disponibili nei negozi online o fisici, a prezzi molto convenienti se acquistati all’ingrosso.

In breve, pianificare, segmentare e riconoscere i canali di promozione e vendita è importante quanto gli accordi che vengono stipulati tra le diverse aziende che intraprendono delle azioni di marketing.

  • NELSON EDUARDO GUTIERREZ MONTAÑA. MARKETING DEPORTIVO. 2008. Extraído de: https://core.ac.uk/download/pdf/34063323.pdf
  • MARKETING OPERACIONAL Y PUBLICIDAD DEPORTIVA. Extraído de: http://www.reasonwhy.es/sites/default/files/marketing%20deportivo.pdf