Le più belle mascotte dei Mondiali di calcio

07 luglio, 2020
Le mascotte della Coppa del mondo di calcio apparvero per la prima volta in Inghilterra nel 1966, con il cane Willie.
 

Tutti vogliono sapere chi sono le mascotte dei Mondiali, ancor prima che venga celebrato il più grande evento del calcio internazionale. La prima volta che uno di questi personaggi è apparso negli stadi è stato in Inghilterra nel 1966 e da allora ce ne sono sempre di nuovi. Scopriamoli insieme in questo articolo.

Quali sono state le mascotte dei Mondiali?

Alcuni sono animali, altri personaggi tipici del paese organizzatore, ma la verità è che, in un modo o nell’altro, rappresentano il luogo in cui si svolgono i Mondiali. Tra le mascotte più famose della coppa del mondo di calcio, troviamo:

1. World Cup Willie, la prima mascotte dei Mondiali

Anche chiamato Willie, è rimasto nella memoria di tutti gli appassionati di calcio dalla sua apparizione in Inghilterra nel 1966. Era un leone che indossava la maglia del Regno Unito, e il suo nome veniva citato anche nella canzone ufficiale della competizione, interpretata da Lonnie Donegan.

World Cup Willie
World Cup Willie è stata la prima mascotte della Coppa del mondo nella storia.

2. Naranjito

Sicuramente molti spagnoli ricorderanno questa mascotte della Coppa del Mondo, l’arancia con la maglia della nazionale spagnola con la palla sotto il braccio. Ma forse non tutti sanno che questa figura è stata scelta in onore del frutto tipico che cresce nella zona di Valencia e Murcia.

 
Mascotte dei mondiali di Spagna 1982
Naranjito, la mascotte dei Mondiali di Spagna del 1982.

Inizialmente la scelta di Naranjito ricevette più commenti negativi che positivi, ma a poco a poco divenne molto popolare e amato nel suo paese.

3. Ciao, la mascotte dei Mondiali di Italia ’90

Per la Coppa del mondo di calcio del 1990 in Italia, è stata scelta questa strana mascotte composta da dei cubi nei colori della bandiera italiana, rosso, bianco e verde, con un pallone da calcio al posto della testa.

Ciao mascotte Mondiali
Ciao, una delle mascotte più criticate dei Mondiali.

Ciao è stata una delle mascotte più criticate dei Mondiali, perché era un oggetto inanimato.

4. Striker

Creata dai Warner Bros Animation Studios, Striker era la mascotte della Coppa del Mondo degli Stati Uniti del 1994. Era un cane shaggy umanizzato, che indossava una maglia bianca con le maniche rosse e pantaloncini blu (i colori della bandiera americana). Anche lui aveva un pallone da calcio ai piedi.

 
Striker mascotte dei mondiali USA
Striker è stata una delle mascotte più amate nella storia della Coppa del Mondo.

5. Footix

I francesi hanno usato il loro simbolo nazionale, il gallo, per scegliere la mascotte della Coppa del Mondo che hanno organizzato nel 1998. Footix è stato progettato dopo una competizione e il creatore è Fabrice Pialot. Il nome è stato scelto mediante voto popolare (le altre opzioni erano Zimbo, Houpi, Gallik e Raffy).

Footix gallo simbolo dei mondiali di Francia
Footix, una delle mascotte dei Mondiali più amate dal pubblico.

Secondo i suoi creatori, Footix aveva una personalità audace, sportiva e forte, che irradiava gioia e allo stesso tempo fiducia. Il gallo era vestito di blu e aveva la scritta “France 1998” sul petto.

6. Zakumi

Un’altra delle mascotte della Coppa del mondo che è piaciuta di più. È un leopardo africano antropomorfo con i capelli verdi che è stato scelto per i Mondiali in Sudafrica nel 2010. È stato creato da un designer di Città del Capo.

 
Zakumi la mascotte dei Mondiali
Zakumi, la mascotte dei Mondiali di Calcio in Sudafrica.

Il nome Zakumi deriva da ZA – il codice ISO per il Sudafrica – e “Kumi” che nella lingua autoctona significa “dieci” o “vieni qui”. I colori della mascotte ricordano quelli delle nazionali sudafricane, come quella di rugby o di calcio. Invece di indossare la maglia del paese, ne è stata scelta una totalmente bianca.

7. Fuleco

La mascotte scelta per i Mondiali del 2014 in Brasile è legata alla fauna tipica del paese organizzatore. In questo caso, si tratta di un armadillo brasiliano. Il nome Fuleco è una combinazione delle parole “calcio” (“Ful”) ed “ecologia” (“Eco”).

Pupazzo con pallone da calcio
Fuleco è stata la mascotte della Coppa del Mondo del Brasile nel 2014.

Questa mascotte è un fanatico ecologista e ovviamente incoraggia lo sport. Ama la musica brasiliana e la sua dieta si basa su frutta, verdura e noci. I colori di Fuleco sono il blu (dietro) e il giallo (davanti), che si aggiungono ai pantaloncini verdi per formare la bandiera del Brasile.

 

8. Zabivaka

Durante l’ultima Coppa del Mondo abbiamo potuto vedere questo lupo antropomorfo che indossava una maglia bianca con le maniche blu, oltre agli occhiali da sole rossi, in onore dei colori della bandiera locale.

Zabivaka – vedi foto di apertura all’articolo – è stata disegnata da una studentessa di nome Ekaterina Bocharova e selezionata mediante una votazione online. Durante questo concorso, il lupo ha preso il 53% dei voti, lasciando dietro di sé la tigre (27%) e il gatto (20%). Il nome significa “piccolo marcatore” in russo.

Infine, le altre mascotte della coppa del mondo di calcio sono state: Juanito (Messico 1970), Tip e Tap (Germania 1974), Gauchito Mundialito (Argentina 1978), Pique (Messico 1986), Los Spheriks (Corea-Giappone 2002) e Goleo VI (Germania 2006).

 
  • Cristancho, A. Mundial Rusia 2018, historia de las mascotas de los mundiales. Junio de 2018. Canal 13.  https://canaltrece.com.co/noticias/mundial-rusia-2018-historia-mascotas-de-los-mundiales/
  • Marino, J. M. Las mascotas, Mundial por Mundial. Olé. Junio de 2018. https://www.ole.com.ar/fuera-de-juego/mascotas-mundial-mundial-inglaterra-rusia-2018_0_S1Y2IJnem.html