Regole e obiettivo del basket

L'obiettivo del basket è sempre lo stesso fin dagli inizi, ma ci sono regole "moderne" e principi che tutti devono rispettare. Li conoscete?
Regole e obiettivo del basket

Ultimo aggiornamento: 30 aprile, 2021

Si tratta di uno degli sport più popolari al mondo, giocato sia in forma professionale sia amatoriale. Di seguito, approfondiamo le principali regole e l’obiettivo del basket. Così la prossima volta che vedete una partita saprete analizzarlo e capirlo molto meglio.

Principali regole del basket

Inizialmente, le regole del basket erano solo 13, poi col tempo sono state migliorate, ampliate e modificate. Ecco la basi da sapere su questo sport:

1. Le squadre sono formate da 12 giocatori, di cui 5 giocano in campo e 7 rimangono in panchina come riserve.

2. Il tempo di gioco è di 40 minuti, suddiviso in quattro periodi da 10 minuti ciascuno – e due periodi da 20 minuti. Quando il gioco si ferma per qualche motivo, si ferma anche il tempo, quindi una partita può durare anche il doppio del tempo totale.

3. Un giocatore può tenere la palla per un massimo di 24 secondi; mentre ha 10 secondi per passare al campo dell’avversario.

4. I punti segnati eseguendo un tiro all’esterno dell’area delimitata dalla linea dei 3 punti valgono tre punti, quelli segnati all’interno della linea dei 3 punti valgono due punti, mentre il tiro libero vale un punto.

5. Dopo il tiro di un avversario, non è permesso intercettare la palla nella fase discendente e finché non ha toccato il canestro. Quando questo succede, qualsiasi giocatore può toccare o prendere la palla.

6. Le partite sono controllate da tre arbitri: uno principale e due ausiliari. In più, ci sono gli ufficiali di campo: un segnapunti, un assistente segnapunti, un cronometrista, l’addetto all’apparecchio dei 24 secondi e, a volte, un commissario.

7. Le infrazioni del regolamento più comuni sono: fare passi con la palla in una o in entrambe le mani, accompagnare la palla quando rimbalza, e rimanere per più di tre secondi nell’area del campo più vicina al canestro quando la propria squadra sta attaccando.

Allenatore di una sqadra di basket che sprona a migliorare per vincere.

8. Per quanto riguarda i falli, possono essere personali – di un giocatore –, su tiro, antisportivi, tecnici o da espulsione.

9. Il campo da basket è coperto e misura 28 metri di lunghezza per 15 metri di larghezza. È rivestito da parquet. I canestri si trovano alle estremità e sono alti 3,05 metri.

10. I giocatori devono indossare un abbigliamento leggero che li faciliti nei movimenti: magliette senza maniche – anche se da poco sono stati introdotti modelli con le maniche – e pantaloni corti, oltre a scarpe speciali che proteggono le caviglie.

4 segreti per raggiungere l’obiettivo del basket

Le regole possono sembrare astratte, ma se guardiamo una partita e sappiamo qual è l’obiettivo del basket, ci godremo di più lo spettacolo. Questi sono alcuni dei segreti per capire questo sport:

1. Conoscenza base del gioco

In poche parole, potremmo dire che lo scopo del basket è segnare più punti dell’avversario, come in tanti altri sport. Ma oltre a questo, bisogna specificare che ci sono diversi tipi di punti: tripli, doppi o semplici, in base alla posizione da cui il giocatore tira la palla per fare canestro.

2. Automiglioramento

Questo è un altro obiettivo del basket, soprattutto quando si tratta di tirare a canestro. Un giocatore che si allena con i tiri liberi ogni giorno avrà un tasso di conversione più alto, indipendentemente dalle sue qualità innate o dalle sue particolari abilità.

Possiamo parlare di automiglioramento anche quando si esaminano le statistiche, che sono molto importanti per questo gioco. Rimbalzi, assist, attacchi, blocchi… Tutto questo può essere migliorato come squadra e a livello del singolo giocatore.

3. Gioco di squadra

Proprio in relazione a quanto detto sopra, un altro principio di questo sport è il lavoro di squadra. In campo ci sono cinque giocatori per squadra, ma in panchina ce ne sono altri sette, senza tralasciare l’allenatore, il medico e il preparatore fisico, tra gli altri collaboratori.

Partita di basket tra squadre femminili.

Il basket non è uno sport in cui brilla un unico giocatore – anche se è vero che esistono molte stelle, soprattutto nell’NBA -. Tutti e cinque i giocatori applicano le diverse tecniche per arrivare al canestro avversario e segnare.

4. Necessità di uno sport indoor

Le cose sono cambiate da quando il basket è stato inventato, alla fine del XIX secolo. All’epoca, l’obiettivo era principalmente dare riparo ai giovani durante i rigidi inverni.

Questo sport, infatti, è nato come un gioco di tredici regole per permettere agli alunni della YMCA di fare esercizio fisico anche nei mesi più freddi. In questo modo, si è confermato che i giochi con la palla motivano i giovani e li aiutano a incanalare le energie.

Senza dubbio, le regole e l’obiettivo del basket hanno reso questo sport per giovani una delle discipline più popolari del pianeta. La sua essenza spinge i giocatori a migliorarsi sia come individui, sia come componenti di una squadra. Vale davvero la pena praticarlo come hobby o in modo competitivo.