Le 6 differenze principali tra il padel e il tennis

Magari pensate che le differenze tra il padel e il tennis siano poche, invece sono due sport piuttosto diversi... anche se in entrambi si colpisce una palla con una racchetta per mandarla dall'altra parte di una rete. Scoprite le differenze.

Ultimo aggiornamento: 22 gennaio, 2021

C’è chi pensa che le differenze tra questi due sport siano minime, considerato che l’obiettivo principale in entrambi è colpire una palla con una racchetta. Ma le differenze tra il padel e il tennis sono più di quelle che credete. Ve le spieghiamo.

Entrambi sono sport con la racchetta e si giocano all’aperto, anche se ci sono campi coperti. L’obiettivo è colpire la palla con una racchetta e mandarla nel campo avversario. Si segna un punto quando l’avversario non colpisce la palla o non la rimanda nell’altro campo entro i limiti validi. E queste sono le similitudine tra le due discipline.

Quali sono le principali differenze tra il padel e il tennis?

Le somiglianze sono tante, ma le differenze tra il padel e il tennis sono di più. Storia, regole e campo da gioco sono alcune delle caratteristiche che non condividono:

1. La storia di padel e tennis

Le origini del tennis sono precedenti a quelle del padel. Il primo è stato inventato nel XII secolo, anche se i primi tornei si disputarono in Inghilterra solo alla fine de XIX secolo. Il padel, invece, è un’invenzione latinoamericana, più precisamente messicana, e risale alla fine degli anni ’60.

2. La racchetta

Uno degli elementi che più differenziano il padel dal tennis è sicuramente la racchetta. A livello visivo, le differenze si notano subito.

La racchetta da tennis è più grande, e ha quindi un’area di impatto maggiore. In più, è formata da corde di nylon. Quella del padel, invece, è in fibra di carbonio e ha dei fori per facilitare il passaggio dell’aria.

3. La palla

Nel tennis, la palla ha un diametro di circa 6,7 cm ed è di colore giallo. Nel padel, la palla può essere tra i 6,32 e i 6,77 cm di diametro, ed è gialla o verde.

Questa è una differenza minima tra il padel e il tennis. Infatti, è possibile usare la stessa palla, ma c’è una differenza di pressione. Quella da tennis ha un rimbalzo naturale di 135-147 cm, mentre il rimbalzo della palla da padel è di 135-145 cm.

4. Il campo

È una delle differenze principali tra il padel e il tennis. Il campo da padel è più piccolo, ed è delimitato da pareti che hanno un ruolo fondamentale durante il gioco: i giocatori, infatti, possono far rimbalzare la palla sulle pareti. In base al regolamento, il campo da padel misura 10 metri di lunghezza per 20 metri di larghezza.

Nel tennis, invece, il campo è sempre di forma rettangolare, ma misura 23,78 m di lunghezza per 8,23 m di larghezza nel singolo, e 10,97 m di larghezza nel doppio. Le linee sono bianche e non ci sono pareti.

I campi da padel possono essere in resina sintetica o di erba artificiale, mentre i campi da tennis sono di erba, terra battuta, terreno sintetico o cemento.

Un’altra differenza è l’altezza della rete. Nel tennis è di 0,914 m al centro, e di 1,07 m ai lati, mentre nel padel l’altezza del centro della rete è di 0,88 m e di 0,92 m alle estremità.

5. Il servizio, una delle principali differenze tra padel e tennis

È forse una delle differenze più visibili dei due sport. In entrambi, il servizio si esegue in modo diagonale e contrario – cioè verso il campo dell’avversario – ma ci sono altre caratteristiche che differenziano i due servizi.

Nel tennis, si lancia la palla in verticale sopra la testa e poi si colpisce con la racchetta. Nel padel, invece, la tecnica è più “rilassata”: si lascia rimbalzare la palla per colpirla da sotto con la parte laterale della racchetta.

6. I giocatori

Nel tennis, possiamo vedere partite singole – un giocatore per lato – o doppie – due giocatori per squadra -, anche se le prime sono quelle più popolari. Nel padel, invece, tutte le partite sono in coppia, quindi due giocatori per lato.

Infine, un’altra differenza tra il padel e il tennis riguarda i giudici e gli arbitri. Nel tennis ci sono l’arbitro, i giudici di linea e l’occhio di falco – dispositivo tecnologico con telecamere e sensori – per garantire la correttezza del gioco. Nel padel c’è un unico giudice arbitro, ma è normale che i giocatori si mettano d’accordo tra loro sulla validità dei punti.

Potrebbe interessarti ...
Fit PeopleRead it in Fit People
Come eseguire una volèe perfetta nel tennis

La volèe è un'arma importante nel tennis, una risorsa che se viene utilizzata bene può essere decisiva in una partita. Ecco come farne una perfetta.