Frattura da stress della tibia: sintomi e trattamento

01 agosto, 2020
Se praticate uno sport ad alto impatto, dovrete stare molto attenti, perché è più facile subire una frattura da stress o da sovraccarico.

Le fratture da stress o da sovraccarico sono delle piccole crepe che compaiono nelle ossa, in particolare quelle che sostengono il peso. In questo articolo, parleremo della frattura da stress della tibia, un osso che si trova negli arti inferiori.

Cause e sintomi delle fratture da stress

Le fratture da stress di solito compaiono a causa di un carico sportivo eccessivo. Cioè, a causa di un uso prolungato e ripetitivo, l’osso sopporta gli impatti fino a quando, come in un muro, iniziano a comparire delle piccole crepe. Pertanto, è una patologia più frequente negli sport ad alto impatto come il basket o l’atletica.

Una frattura da stress può apparire anche a causa di un improvviso aumento del carico sportivo. Se non siamo abituati a un certo esercizio e improvvisamente vogliamo farlo molte volte e con un peso considerevole, la struttura ossea non sarà pronta a sopportare questo peso e una delle conseguenze potrebbe essere una frattura da stress.

Un’altra causa è la mancanza di nutrienti. Se l’osso non ha accesso a tutte le risorse di cui ha bisogno, può indebolirsi ed essere più incline a soffrire di questo tipo di patologia. La predisposizione verso malattie come l’osteoporosi e la mancanza di calcio sono una delle conseguenze.

Per questo motivo, dobbiamo prenderci cura delle nostre basi di supporto: i piedi. Sapere se abbiamo un piede piatto o un arco molto alti e cercare una soluzione ridurrà il rischio di soffrire di questa lesione. Sarà di vitale importanza anche utilizzare le scarpe adeguate quando si pratica sport.

Infine, va notato che se in passato abbiamo subito fratture da stress, sarà più probabile soffrirne di nuovo in futuro. La prevenzione è quindi cruciale.

Donna soffre di infiammazione al ginocchio.


I sintomi della frattura da stress della tibia

Nelle fasi iniziali di una frattura da stress, noteremo solo un leggero disagio nell’area interessata, che scomparirà quando siamo a riposo. In seguito, il dolore localizzato aumenterà e noteremo l’area infiammata: cioè gonfia, rossa e calda. Potremmo anche iniziare a notare dolore durante la notte e l’area interessata sarà molto sensibile al tatto o ai colpi.

Il fatto che non ci siano altri sintomi fa sì che avere una diagnosi corretta della lesione possa essere complicato. Altre patologie come le tendinopatie, la peritendinite e la entesopatia, tra gli altri disturbi, dovrebbero essere escluse. È importante andare dal medico per eseguire gli esami necessari ed avere la giusta diagnosi.

Fase di recupero e trattamento

Il trattamento di una frattura da stress di solito si concentra sul resto dell’arto interessato. Potremmo aver bisogno di stampelle o di altri ausili fisici per rimuovere il carico dalla gamba, ma in ogni caso è molto importante che l’osso si riprenda.

Nella maggior parte dei casi, dopo sei settimane, l’osso avrà riacquistato forza e saremo in grado di ricominciare a camminare normalmente.

Ragazza si allena usando dei macchinari per le gambe.

Durante questo periodo, è importante svolgere attività fisica, realizzando sport come il nuoto o il ciclismo. Questo perché si tratta di discipline che non generano una grande pressione sull’osso interessato, ma aiutano comunque a mantenere la forma fisica e assicurano il normale riciclo del tessuto osseo.

Se lo ritenete necessario, è possibile anche assumere dei farmaci anti-infiammatori per aiutare a ridurre i sintomi. Un’altra alternativa sono gli impacchi di ghiaccio sulla zona interessata, che vi aiuteranno a tenere sotto controllo l’infiammazione.

Quindi inizierà il processo di recupero. Durante la fase post-infortunio, dovrete concentrarvi sull’allenamento della forza, poiché i muscoli avranno il compito di ridurre il carico dalle ossa. Con dei muscoli forti e in buone condizioni, la possibilità di una ricaduta verrà significativamente ridotta.

Infine, sarà importante anche aggiungere il carico a poco a poco. Ciò significa che non sarà possibile praticare sport come se non fosse successo nulla. Dovrete iniziare con poco e aumentare gradualmente i tempi e il carico in modo che il vostro corpo si abitui piano piano.

  • Fracturas de estrés mecánico en los huesos del pie en practicantes de deportes de mantenimiento. B. Carpintero, C. Calle, H. Jiménez et al., Rev Cubana Ortop Traumatol  [Internet]. 1995;  9( 1 ): 145-149.
  •  P. Lafforgue. Fracturas por sobrecarga (fracturas por fatiga y fracturas por insuficiencia ósea). EMC – Aparato Locomotor. Vol. 46, Issue 3 (2013); 1-12
  • S. Muñóz, P. Paolinelli. Reacciones del hueso frente al estrés: Estudio radiológico. Rev. chil. radiol.  [Internet]. 2005;  11( 2 ): 81-90.