Consigli per fare la spesa in modo sano

15 agosto, 2020
Sembrerà una sciocchezza, ma andare al supermercato a stomaco pieno vi aiuterà ad evitare l'acquisto di cibi di scarsa qualità! Scoprite questo e altri consigli.
 

Molte volte, quando andiamo a fare la spesa, scegliamo dei prodotti pensando che abbiano una caratteristica particolare o facendoci influenzare dagli slogan pubblicitari. Non c’è niente di più sbagliato. Ecco alcuni consigli per fare la spesa in modo sano.

La lista della spesa prima di tutto!

Fare la lista della spesa prima di andare al supermercato è fondamentale per evitare di comprare prodotti di scarsa qualità o che non sono inclusi nella nostra dieta. Inoltre, è un ottimo modo per risparmiare tempo e denaro.

In questo senso, è necessario distinguere tra i cibi freschi, da acquistare con maggiore frequenza, e quelli confezionati, che durano più a lungo, quindi vanno comprati di tanto in tanto.

Non andate a fare la spesa a stomaco vuoto

Può essere un grosso errore! D’altra parte, andare a fare la spesa a stomaco pieno eviterà di cadere in tentazioni inutili. Se avete tempo solo a mezzogiorno, mangiare un po’ di frutta potrà calmare l’appetito!

Più mercato, meno supermercato: fare la spesa in modo etico

In generale, i prodotti stagionali e locali sono i più economici e quelli con le migliori proprietà organolettiche. In quasi tutte le città i mercati rionali offrono un’ampia scelta di prodotti freschi.

Le piccole imprese tendono ad avere prodotti di migliore qualità. Inoltre, spesso abbassano i prezzi all’ultimo minuto in modo che il cibo non vada a male. Anche evitare di buttare via il cibo è essenziale per fare la spesa in modo sano.

 
Barattoli di legumi.


Come fare la spesa meno possibile

Non fa mai male avere alcuni prodotti a casa. Evitare di andare al supermercato e comprare qualcosa dopo una lunga giornata di lavoro ha una soluzione: una dispensa ricca di cibi di qualità a larga scadenza. Alcuni di questi possono essere:

  • Pesce al naturale in scatola.
  • Verdure bollite in scatola (senza dimenticare che vanno comunque lavate bene prima di mangiarle).
  • Cibi sottolio di qualità: olive, cetriolini ed erba cipollina in salamoia.
  • Lattine di mais cotto, funghi o carciofi.
  • Barattoli di peperoni arrostiti o spezzatino.
  • Riso o quinoa precotti pronti per un’insalata o da aggiungere ai piatti di verdure.
  • Verdure surgelate.

Comprare solo ciò che mangerete in giornata

Per avere uno stile di vita sano, è consigliabile evitare i cibi ricchi di grassi saturi come gli snack. Non introdurre cibi poco sani nel carrello della spesa è il primo passo per evitare di mangiarli. Fate in modo che non ci siano nella vostra lista della spesa!

Attenzione alle indicazioni nutrizionali presenti sulle confezioni

Cosa significano le indicazioni nutrizionali presenti su alcuni alimenti? Sappiate che le etichette light o senza zuccheri non sono sempre sinonimo di “salutare”, quindi bisogna saperle interpretare. Ecco una  breve guida per non sbagliare.

 

Light

Questa gamma di prodotti è emersa come conseguenza dell’ingiusta criminalizzazione dei grassi. Affinché un prodotto porti l’etichetta light, deve contenere il 30% di calorie in meno rispetto a un prodotto simile.

Tuttavia, il fatto che abbia meno calorie non sempre è positivo. Per intenderci, le caratteristiche nutrizionali di uno yogurt naturale possono essere paragonate a quelle di uno yogurt leggero.

Riducendo la quantità di calorie, si riduce anche la sensazione di sazietà, quindi si tende a mangiare di più. Pertanto, non ha senso consumare gli yogurt leggeri per ingerire meno calorie in una dieta dimagrante. In altre circostanze, potrebbe essere utile un regime ad alto contenuto proteico.

Senza zuccheri

Un prodotto è considerato “senza zucchero” quando il suo contenuto è inferiore a 0,5 grammi su 100 grammi/millilitri. Come nel caso precedente, questo non lo rende necessariamente sano. Sull’etichetta di questi alimenti spesso lo zucchero viene sostituito da altre sostanze di scarsa qualità, come i dolcificanti.

Donna sceglie delle verdure a foglia verde al supermercato.

Senza grassi

Un prodotto è “senza grassi” quando non contiene più di 0,5 grammi di grasso per 100 grammi o millilitri di prodotto. In questo caso, l’importante sarebbe specificare che tipo di grasso contiene, poiché alcuni sono più sani di altri.

 

Senza glutine

Questa indicazione nutrizionale è utile solo per le persone affette da celiachia. Pertanto, non fornisce un valore aggiunto al prodotto.

Vegano

Infine, che un prodotto sia vegano non significa in automatico che sia salutare. Il cibo vegano è privo di ingredienti di origine animale. Tuttavia, anche le bevande gassate sono vegane, ma non per questo fanno bene.

Insomma, è chiaro che fare la spesa in modo sano dipende da diversi fattori, come lo stato di salute e i gusti delle persone che compongono un nucleo familiare. Tuttavia, fare la lista prima e andare a stomaco pieno sono consigli sempre utili. Siete pronti per i prossimi acquisti?

 
  • La alimentación de los adolescentes: el lugar y la compañía determinan las prácticas alimentarias. Aquichan, vol. 11, núm. 2, agosto, 2011, pp. 199-216. Universidad de La Sabana
    Cundinamarca, Colombia. https://www.redalyc.org/pdf/741/74120733007.pdf
  • Natalia Ida Del Greco. ESTUDIO SOBRE TENDENCIAS DE CONSUMO DE ALIMENTOS. https://www.alimentosargentinos.gob.ar/contenido/procal/estudios/01/TendenciasConsumoAlimentos.pdf