4 consigli per aumentare la produttività

La produttività è una variabile essenziale per ottenere i risultati in modo efficiente. Ciò dipende essenzialmente dalla pianificazione e dall'organizzazione dei tempi di riposo.
4 consigli per aumentare la produttività

Ultimo aggiornamento: 31 maggio, 2021

Una delle ricerche più frequenti su Internet da parte degli utenti è come aumentare la produttività. Le esigenze della routine quotidiana richiedono il raggiungimento continuo di obiettivi e, per avere successo, dobbiamo sapere come gestire la nostra produttività.

Forse vi siete trovati anche voi in questa situazione: avete degli obiettivi chiari e ben definiti, ma una volta che vi mettete al lavoro vi risulta è difficile raggiungerli. Che la causa siano le distrazioni, la tendenza a procrastinare o la mancanza di tempo e risorse, gli ostacoli alla produttività sono una minaccia costante per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati.

Tuttavia, non è sufficiente agire contro queste minacce. Per aumentare la produttività, bisogna essere disciplinati con se stessi e sapere come porsi dei limiti, tra molte altre cose. Ecco alcuni suggerimenti per aumentare la produttività.

4 consigli per aumentare la produttività

Prima di approfondire l’argomento, vale la pena soffermarsi su ciò che è noto come principio di Pareto o legge 80/20. Secondo questo principio, l’80% delle conseguenze ha origine nel 20% delle cause.

In relazione alla produttività, questo significa che l’80% del lavoro può essere svolto con il 20% dello sforzo, e quindi il restante 80% dello sforzo genererebbe solo il 20% dei risultati. Per questo motivo, per aumentare la produttività, è preferibile concentrarsi su un insieme ristretto di cause, ma decisive.

1. Decidere quali attività realizzare per prime

Quando si lavora in modalità multitasking, è normale chiedersi con quale bisogna iniziare. È meglio iniziare con quelle più semplici per rimanere motivati ​​e freschi? Oppure, al contrario, è preferibile partire da quella più difficile, approfittando del fatto che all’inizio la concentrazione è maggiore?

Ragazza che lavora al computer.
La definizione delle attività da svolgere è una delle chiavi per aumentare la produttività.

Non esiste una decisione universale che funzioni per tutte le persone. In questo senso, sarà necessario testare per tentativi ed errori quale metodo funziona meglio. La raccomandazione generale, a seconda di come funziona l’assistenza secondo uno studio degli esperti dell’Università delle Isole Baleari, è di eseguire prima i compiti semplici come una forma di riscaldamento mentale. Una volta concentrati sul lavoro, è meglio passare alle attività più impegnative.

2. Pianificare le attività e i compiti ogni giorno

Una risorsa molto utile per aumentare la produttività è la pianificazione quotidiana. Può sembrare una perdita di tempo dedicarsi alla preparazione piuttosto che all’azione, ma non è affatto così. La pianificazione vi consentirà di andare avanti in sicurezza e di avere una base per verificare in che misura gli obiettivi vengono raggiunti.

Inoltre, è molto difficile perdere un compito importante con questo metodo. Con tutto ciò che deve essere fatto in una giornata lavorativa, è normale che finisca per dimenticare qualcosa. Tuttavia, pensandoci e scrivendolo su un pezzo di carta, ridurremo le possibilità che si verifichino delle sviste.

3. Evitare la modalità “multitasking”

Un errore molto comune tra le persone interessate ad aumentare la produttività è voler fare tutto in una volta. Ciò non è possibile, poiché l’attenzione è limitata e può essere diretta solo verso un numero esiguo di attività simultanee.

Piuttosto, una tattica più efficace è concentrarsi su un solo compito e passare a quello successivo una volta completato il precedente. Come dice il proverbio: “Chi troppo vuole nulla stringe”: per ottenere dei risultati in modo efficiente è meglio dedicare un tipo di attenzione individuale a ogni compito, per quanto semplice possa essere.

4. Non dimenticarsi di fare delle pause ogni tanto

Donna che si è presa un giorno di riposo.
Che ci crediate o no, anche il riposo aiuta ad aumentare la produttività.

Aumentare la produttività non è la stessa cosa che lavorare dall’alba al tramonto senza interruzioni. In questo senso, produttività è sinonimo di efficienza, ovvero raggiungere i risultati tenendo conto del tempo e delle risorse investite. Maggiore è la produttività, maggiori saranno i risultati investendo meno risorse.

Prendersi dei momenti di riposo è essenziale per liberare la mente ed essere in grado di riprendersi. Allo stesso modo in cui durante un allenamento bisogna riposare per evitare la fatica, con il lavoro mentale accade la stessa cosa. La fatica e la stanchezza non colpiscono solo i muscoli, ma anche il cervello.

Aumentare la produttività è più facile di quanto si pensi

Molti dei suggerimenti sopra riportati sono in realtà semplice buon senso quando si tratta di lavorare. Tuttavia, ci sono molte false credenze su questo problema che ostacolano il progresso.

Quello che bisogna comprendere è che la pianificazione e il riposo sono i nostri migliori alleati per aumentare la produttività. Inoltre, non esiste un unico percorso per tutti, ma dipenderà in gran parte dal nostro modo di essere e dall’esperienza precedente. Abbiamo già a disposizione i fattori di successo: saperli sfruttare dipende da noi.

Potrebbe interessarti ...
Self-leadership: cos’è e come si acquisisce?
Fit PeopleLeggilo in Fit People
Self-leadership: cos’è e come si acquisisce?

La self-leadership è fondamentale per raggiungere i propri obiettivi sportivi, perché mantiene alta la motivazione e la voglia di migliorarsi.



  • Londoño, L. (2009). La atención: un proceso psicológico básico/Attention as a basic psychological process. Pensando psicología, 2009, vol. 5, num. 8, p. 91-100.